Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

MIRIAM PALMA. Sicilia semi-desta. Canti per una voce insonne

Piazza 15 Gennaio 1968 Gibellina TP, Italia
Google+

Di e con MIriam Palma voce Miriam Palma chitarra classica Gabriele Giannotta mandolino Emanuele Buzi mandolino Nino Giannotta contrabbasso Michele Ciringione arrangiamenti originali Mauro Schiavone produzione A. C. Sottosopra.

Questo spettacolo si muove all’interno di una raccolta personalissima di canti, piccole storie, musiche interpretati da Miriam Palma che coniuga la ricerca alla tradizione vocale siciliana.
L’idea su cui si fonda il progetto è quella di cogliere l’aspetto più peculiare della musicalità e del canto siciliano. Con questo intento si è guardato indietro a quella grande vocalità di appartenenza medio- orientale da cui trae origine il canto siciliano: le sfumature, i melismi, i quarti e ottavi di tono che lo rendono particolare e affascinante. Come ricorda il principe nel suo capolavoro il Gattopardo, “anche la bella Gigougin veniva trasformata in nenia araba, sorte cui deve soggiacere qualsiasi melodietta vivace che sia cantata in Sicilia”. Dunque un ritorno a casa, alle origini a quegli archetipi vocali che affondano le radici direttamente nella cultura greca e mediorientale. Uno sguardo alla Sicilia alla sua natura complessa e multiforme, dove gli estremi, primitività e raffinatezza convivono apparentemente tranquilli. Lo spettacolo concerto consiste di una raccolta di canti della tradizione siciliana “quelli che ho più amato” intercalati da piccolissime storie musicali di personaggi, tra l’ironico e il surreale, realmente esistiti, alcune scritte da Miriam Palma altre tratte da “Museo d’ombre“ di Gesualdo Bufalino.
Lo spettatore verrà proiettato nell’immaginario geografico e umano siciliano. Cantante, vocalist, ricercatrice, vive a Palermo dove si è laureata, Miriam Palma nel 1995 fonda il centro di vocalità canto teatro “Il Corpo della voce” formando allievi di diversa provenienza. Si è dedicata fin da giovanissima alla ricerca vocale, studiando diverse tecniche canore praticate nel mondo: canto armonico, emissione di diplo e triplofonie e altre diverse potenzialità che la voce umana è in grado di esprimere, accanto allo studio della tradizione canora siciliana-mediorientale, alla lirica, dando vita ad un linguaggio sonoro attento all’improvvisazione, alla scrittura, alla ricerca poetica, narrativa e teatrale.
Ha partecipato ai più importanti festival, come cantante attrice: in Francia, Germania, Canada, Yugoslavia, Spagna, Grecia, Svizzera, Austria. Ha collaborato con prestigiosi artisti, tra cui Raul Ruiz, Gunther “Baby” Sommer, Michel Godard, Peter Kowald, Jaap Blonk, Joelle Leandre, Maggie Nichols. Alexander Lonquich, Michel Doneda, Serge Pey, Federico Incardona, Lucia Sardo, Galatea Ranzi, David Moss, Antonella Ruggiero, Francesco Di Mauro, Massimo Verdastro, Lina Prosa, Marescotti.

Veniteci a trovare
il 2 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: