Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

IL CALDERONE…IL NIDO DI GHIACCIO DEL CORNO GRANDE

Gran Sasso e Monti della Laga National Park Teramo TE, Italia
Google+

L'escursione che vi proponiamo per domenica 20 luglio è al ghiacciaio del Calderone, nel cuore del Gran Sasso, in una conca glaciale esposta a nord e racchiusa in uno spettacolare anfiteatro formato dalle tre vette del Corno Grande.
Il Calderone è attualmente il ghiacciaio più a sud d’Europa. Ha conquistato questo primato dopo l'estinzione del Ghiacciaio del Corral del Veleta, nella Sierra Nevada, ma a causa dei cambiamenti climatici in atto rischia anch'esso di scomparire. La sua superficie è di circa 5 ettari e costituisce un relitto degli antichi e vasti ghiacciai che ricoprivano la zona appenninica durante le grandi glaciazioni del Quaternario. All’inizio dell’estate si presenta come un nevaio, poi la neve scompare e affiora il ghiaccio vivo.

L’escursione inizia a Cima Alta dei Prati di Tivo, dove parte il sentiero che salendo su un ripido crestone erboso giunge fino all’Arapietra. Da qui si può godere di uno splendido panorama: oltre al massiccio centrale che si erge dinanzi agli occhi con il classico profilo del “Gigante che dorme” si può ammirare da una parte, la catena sud orientale del Gran Sasso che da Vado di Corno si dipana fino al Monte Camicia, e dall’altra, in lontananza, il gruppo dei Monti della Laga.
Giunti alla Madonnina, si supera un ghiaione e si arriva al passo delle Scalette, via d’accesso al vallone delle Cornacchie. Da qui si sale, costeggiando l’imponente parete est del Corno Piccolo, attraverso un labirinto di rocce fino a giungere al rifugio Franchetti, uno “scrigno” immerso nel calcare.
Da qui si raggiunge la sella dei Due Corni da dove si possono ammirare le superbe guglie rocciose del Corno Piccolo, le Fiemme di Pietra, e il lago di Campotosto, quindi si prosegue risalendo una traccia su ghiaia fino a incontrare un bivio da dove si scende per entrare nello spettacolare anfiteatro del Calderone.

L'ARRIVO AL GHIACCIAIO E' SUBORDINATO ALLE CONDIZIONI DEL SENTIERO (ASSENZA DI NEVE)


Difficoltà: E
Dislivello: 1200 metri
Durata 7 ore


Info e Prenotazioni

Ivan Melarangelo

3395084756
ivan.melarangelo@gmail.com

Biagio Mengoli

3280097929
biagiomengoli@gmail.com


Equipaggiamento per l'escursione:
Scarponi da trekking o equivalente (no scarpe da ginnastica) , acqua (almeno 1.5 litri), pranzo al sacco, pile, magliette di ricambio, cappello, crema solare, occhiali da sole, giacca a vento o K-way e tutto ciò che si ritiene necessario.


L'ESCURSIONE POTRA' SUBIRE DELLE MODIFICHE A CAUSA DELLE CONDIZIONI METEOROLOGICHE E/O PER ALTRI MOTIVI CHE, A GIUDIZIO DEGLI ACCOMPAGNATORI, POSSANO COMPROMETTERE LA SICUREZZA DEL GRUPPO O DEI SINGOLI PARTECIPANTI.

Veniteci a trovare
il 20 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: