Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Oltre la parola c’è ... la Teatralità Umana

Reggio di Calabria Reggio Calabria RC, Italia
Google+

Dal 19 al 21 Settembre 2014, a Reggio Calabria, si terrà il laboratorio: "Oltre la parola c’è ... la Teatralità Umana".

"La parola ha i suoi limiti, non basta! Anzi, a volte produce conflitti e incomprensioni”.

Molte volte ci sforziamo per farci capire, per far comprendere l’importanza di un diritto, di un nostro desiderio.
Spesso sperimentiamo grossi limiti nel comunicare in modo efficace, soprattutto quando vogliamo trasferire le nostre sensazioni e le nostre emozioni, i nostri valori e il nostro carico ideale, il nostro pensiero politico e quello culturale, insomma tutto quello che abbiamo dentro, pensieri e desideri.

In questo laboratorio residenziale vogliamo sperimentare, attraverso le tecniche di un Teatro Latino-Americano, un'altra forma di comunicazione che è a nostra disposizione: la Teatralità Umana.
Attraverso l’empatia, la simpatia, il corpo e tutto ciò che è intorno alle parole, ci daremo la possibilità di entrare in relazione autentica e fiduciosa con l’altro.
Durante questa esperienza, utilizzando le chiavi dell’ascolto, del non-giudizio e del divertimento, cercheremo di dare libera espressione alla nostra naturale teatralità e voce ai conflitti sociali (legati al territorio, al lavoro, all'impegno civile, alla difesa dell’ambiente e della legalità, al confronto fra le differenze, alla partecipazione politica, movimentistica ecc.) che appartengono alla nostra esperienza.
Cercheremo di trasformare i meccanismi oppressivi, mettendo in lotta i personaggi, protagonisti e antagonistici, in un processo di cambiamento.
Il teatro diventa, così,un luogo per fare politica, partendo da azione collettive alla ricerca dell’elaborazione di nuove strategie.
Alla fine saremo un po’ tutti più arricchiti della consapevolezza del nostro reale potere di cambiamento.

Lo stage sarà condotto da Ciccio Tedesco: (http://cicciotedesco.wix.com/ciccio)

Le ore di formazione saranno 19.
Le attività formative avranno i seguenti orari:
-Venerdì 19 Settembre, dalle ore 17:00 alle 20:00
-Sabato 20 Settembre, dalle ore 10:00 alle ore 13: 00 - pausa Pranzo – dalle ore 15:00 e alle ore 20:00
-Domenica 21 Settembre dalle ore 10:00 alle ore 13: 00 - pausa Pranzo – dalle ore 15:00 e alle ore

Gli orari potranno essere ridiscussi insieme.


PARTECIPANTI
Possono partecipare tutte le persone curiose, con voglia di stimolare un vero dialogo in modo creativo nei luoghi pubblici.
Non bisogna avere esperienze precedenti o capacità attoriali.
Sono richieste buone energie, voglia e motivazione.
Si consigliano abiti comodi.

DOVE
Da definire (Reggio Calabria)

COSTI
Il costo previsto è estremamente popolare, per permettere a tutti quelli che lo desiderano di partecipare al percorso.
Il costo compreso di corso, vitto e alloggio sarà di 70€ se riusciamo a raggiungere il numero di 20 iscritti, in caso contrario potrà subire una maggiorazione relativa al numero totale degli iscritti.

TECNICHE DEL METODO
Giochi-esercizi: tecniche di integrazione, fiducia, sensibilizzazione (dal toccare al sentire, dal guardare al vedere, dall'udire all'ascoltare) e de-meccanizzazione. Il gioco è un esercizio ricreativo singolo o collettivo che impegna la mente e l'abilità fisica. Il gioco nelle sue funzioni analogiche e metaforiche, crea le condizioni di un'immersione in emozioni, ruoli e dinamiche che, prescindendo dal contenuto, possono essere analizzate "come se" fossero generate da situazioni reali.
Nel Teatro dell'Oppresso i giochi-esercizi sono strumenti di preparazione teatrale per sciogliere le nostre rigidità corporee e percettive. L'esercizio è una riflessione fisica su se stessi. Un monologo. Una introversione. I giochi, in compenso, sono legati all'espressività del corpo che emette e riceve messaggi.
Teatro immagine e Teatro forum.

Veniteci a trovare
dal 19 al 21 settembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: