Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

la Lira pesante

Via Crema 8, Milano, Italia
Google+

La Costantini Art Gallery inaugura giovedì 11 settembre 2014 la mostra personale di Yuri Olegovic dal titolo “La lira pesante”, con una serie di opere scultoree raffiguranti le ultime lire da conio.

Le monete, desacralizzate dal loro potere economico, diventano opere d’arte, in cui dimensioni e colori, sono stati scelti appositamente per renderle icone pop; vera alterazione atta a dare nuova vita ad una valuta non più rivalutabile, ma oramai, valutabile solo dal punto di vista artistico.

Oggetti/scultura che interpretano il nostro passato, per indurre l’astante ad analizzare e riflettere sul presente, infatti, anche la vernice, coincidente con l’anniversario di uno degli avvenimenti più tragici e significativi della nostra storia contemporanea e ipotetico simbolo di un crollo economico internazionale, vuole essere spunto per un’analisi economica del passato, presente e, magari, anche di quello futuro.

Le monete sono frutto di una scelta artistica ben precisa, perché a differenza della valuta cartacea, circolano con maggior frequenza, e per questo sono più riconoscibili, e rendendole di dimensioni abnormi, Olegovic ne enfatizza la forza, caratterizzata anche da il solo utilizzo di colori primari quale sinonimo di origine.

Immagine pop per esaltare una vecchia gloria che si trasforma in opera d’arte, cercando una nuova fonte di speculazione e investimento.

“…Yuri Olegovic non introduce il denaro in opere d'arte: la moneta è l'opera. Anzi: la memoria delle monete fuori corso - colorate e ingigantite con la stessa rutilante vivacità di un tabellone pubblicitario – costituisce la premessa del racconto. La nostalgia (etimologicamente dolore del ritorno) dei tempi passati, nei quali il denaro nostrano corrente si chiamava Lira è la leva che disseppellisce una montagna di emozioni. …”

(tratto da Yuri Olegovic di Francesco Tadini

Veniteci a trovare
dal 11 settembre al 11 ottobre 2014

Info

Come arrivare

... o ancora
MM3 Porta Romana - Tram 9 - Bus 62, 90, 91

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: