Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

SABATO 20 SETTEMBRE *** SALENTO ALL STARS *** LIVE A COPERTINO (LE)

Copertino Copertino LE, Italia
Google+

SABATO 20 SETTEMBRE
SALENTO ALL STARS + TREBLE
LIVE A COPERTINO (LE)

La prima gyspy punk orchestra tutta salentina. Nata da un’idea di Davide Qba Apollonio, fondatore degli Apres La Classe e dei Granma, per reincidere la sua celebre canzone Salentu (lu sule, lu mare e lu jentu) in occasione del ventennale della sua prima stesura. Per questo progetto discografico riunisce intorno a se i più rappresentativi musicisti del salento.
Salentu è la canzone che fotografa un popolo, quello salentino fatto di persone di carne e di ossa, che sono il risultato di un miscuglio di razze e di culture, di schiene curve e di ipnotici ritmi di tamburello.E’ anche un omaggio alla propria terra così satura di lacrime amare ma allo stesso tempo così solare e dall’incontaminato cielo stellato.
Era il 1994 quando Davide Qba Apollonio mette insieme tre elementi, il sole, il mare e il vento dando vita a Salentu, lu sule lu mare lu jentu, uno slogan che di botto entra nell’immaginario collettivo, identificando da Bolzano a Palermo il tacco d’Italia.
Resa famosa nella sua ex band gli Après la Classe di cui era il bassista, a vent’anni di distanza l’autore Davide Qba Apollonio decide di reincidere la canzone col testo originale, coprodotta con Umberto Iervolino. La nuova versione rivista nell’arrangiamento, vede l’apporto artistico di autorevoli musicisti salentini come il sassofonista jazz Raffaele Casarano, l’eclettico trombettista Cesare dell’Anna, il batterista rock (salentino di adozione) Mylious Johnson, il padre del raggamuffin salentino (nonché fondatore dei Sud Sound System) Treble che ha contribuito scrivendo e cantando una nuova parte del testo. Hanno poi donato sonorità più tradizionali nell’intro etnico presente nella full-edition del brano, gli artisti che esportano la cultura salentina nel mondo come l’organettista Claudio Prima, il violinista Francesco del Prete ed Enza Pagliara, voce dell’Orchestra della Notte della Taranta.
Infine fanno parte di questo incredibile ensemble chiamato Salento All Stars, le nuove realtà che già si sono fatte notare sulla scena nazionale: MissMykela cantante raggae che ha all’attivo un album con Mama Marjas, Alfredo Quaranta voce dei Granma, Manu Pagliara, il trombonista Gaetano Carrozzo, Giorgio Pierri chitarrista classico di spessore e col suo tamburello Edoardo Zimba, figlio d’arte dell’indimenticabile Pino, musicista che ha reso famosi i vertiginosi ritmi della pizzica ovunque e protagonista dei film “Sangue Vivo”, “Pizzicata” e “Il miracolo” di Edoardo Winspeare.

Qui il videoclip di Salentu
https://www.youtube.com/watch?v=9RBGMmXjDFg

Ma Salento All Stars diventa anche un live vibrante ed emozionante, fatto di rivisitazioni in chiave gipsy e kombat della cultura salentina, dai brani popolari a quelli più importanti delle band del posto che negli ultimi decenni hanno esportato la musica nel mondo.

SPECIAL GUEST: TREBLE

Veniteci a trovare
dal 20 al 21 settembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: