Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Noureddine Khourchid e i Dervisci rotanti di Damasco

Teatro Regio Piazza Castello 215, Torino, Italia
Google+

Musica90 e Torino Spiritualità presentano

::: SUFI NIGHT :::

«Tutti gli esseri che dimorano lontano dalla loro sorgente aspirano a tornare nel luogo dove erano uniti.» Così scriveva il mistico sufi Al-Rumi, capostipite dei dervisci rotanti. Ancora oggi le confraternite dei mistici dell’islam cantano, attraverso la musica e la danza rituale, la separazione dalla sorgente originaria e il loro desiderio ardente di ritornarvi.
Un gruppo di sette artisti eccezionali, conosciuti per la virtuosità del lavoro e l’interpretazione limpida, portano sul palco del Teatro Regio di Torino, martedì 23 settembre alle ore 21, l’arte dei dervisci rotanti. La cerimonia mistica è l’anteprima della 10. edizione di Torino Spiritualità (24 – 28 settembre) dedicata a Il cuore intelligente, realizzata in collaborazione con Associazione Culturale Musica 90. I dervisci non sono semplici artisti, ma una vera e propria confraternita religiosa che unisce ricerca spirituale, danza e canto, nel tentativo di riavvicinarsi a Dio, in virtù dell’origine divina della musica. Canti religiosi, concerto spirituale e la danza estatica detta hadra, prendono corpo attraverso i movimenti ipnotici e i canti dei sufi. Questi mistici dell’islam, la cui arte risale al XII secolo, hanno tramandato attraverso diverse confraternite, dal Marocco al Medio Oriente, i testi e le pratiche dei primi maestri sufi. Un’eredità raccolta anche dal gruppo di Noureddine Khourchid, composto da sette componenti della confraternita Shâdhiliyya, e anche due danzatori della confraternita Mawlawiyya, la prima radicata nel mondo arabo, la seconda in Turchia, vera patria dei dervisci rotanti.
Il repertorio dell’ensemble è costituito dai canti religiosi dell’Islam, conosciuti con il termine inshad: invocazioni e lodi divine che spaziano da elogi al Profeta a preghiere sulla sua nascita, la sua ascesa notturna, i suoi miracoli e la sua vita, ma anche canti sull’amore e l’ebrezza divina. Ad accompagnare i movimenti ipnotici dei danzatori è un gruppo di musicisti che, con la voce e il ritmo delle percussioni, cadenza i movimenti dei dervisci.

Veniteci a trovare
il 23 settembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: