Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

GENERAL PALMA & VILLA ADA SOUND (Raina & Pekoz) warm up: One Hertz & Bria Sound @ EL PUEBLO

El Pueblo Via Piave 37, Pero MI, Italia
Google+

Sabato 25 Ottobre 2014
GENERAL PALMA SOUND SYSTEM
presents:
EL PUEBLO DEL REGGAE
a real reggae night with

VILLA ADA SOUND
(RAINA & PEKOZ)

Italian Reggae History, since 1993
alongside GENERAL PALMA SOUND
presso la nuova location del reggae della provincia di Milano: Circolo Arci El Pueblo

Si inaugura così la nuova yard di Milano e Provincia, un posto nuovo di pacca che faremo vibrare a colpi di dancehall.
Per l'occasione uno dei sound storici e più importanti per la diffusione della Reggae music in Italia.
Tutti voi conoscono le loro canzoni, o se non se le ricordano, sicuramente le hanno sentite in moltissime situazioni!

Contributo Artistico di 5 euro
Ingresso con tessera Arci

VILLA ADA Biografia:
La Villa Ada Posse è una crew di artisti romani che da oltre 20 anni contribuisce significativamente alla storia della scena musicale reggae e raggamuffin italiana.Nasce nel 1992 prendendo il nome dall’omonimo parco di Roma, in cui i suoi membri erano soliti incontrarsi e dove gli spazi di verde offrivano ossigeno, ispirazione e spunti di riflessione sulla realtà della vita metropolitana. Era il periodo di massima espansione delle posse (Sud Sound System, One Love e Onda Rossa Posse), nonché dell’attivismo dei centri sociali di tutta Italia. Il primo concerto fu nel febbraio 1993 al C.S.A. Brancaleone e dello stesso anno il primo demotape. L’attività musicale della crew andò avanti negli anni concentrandosi maggiormente sui live piuttosto che sulle produzioni. Particolarmente e parallelamente attivo fu il Villada Sound System, l’impianto audio autocostruito che fece da amplificatore dei messaggi contenuti nelle canzoni della crew e dello stile della “dancehall” proveniente dalla Giamaica: microfono, piatti, casse e tanta gente che zompa e balla con fischietti e accendini. Innumerevoli le dancehall nelle piazze e nelle campagne romane, sulle scogliere salentine, in giro per locali e centri sociali di tutta Italia.

La Villa Ada Crew ha (auto)prodotto tre cd: “Musically”(1997), “Villadacrew@Raina Studio”(2001) e “Nuovo Giorno”(2007). Numerose sono le partecipazioni a compilation e i singoli dei vari componenti della crew, prodotti da etichette nazionali e internazionali e incisi su vinile in formato 7”, secondo la tradizione giamaicana, come il popolarissimo “Dancehall Vibes”. Centinaia le dancehall in tutte le regioni italiane, qualcuna anche in Europa (Svizzera, Germania, Spagna, Olanda e Inghilterra) e due soundclash vinti: uno a Milano nel 2001 contro il sound system milanese Golden Bass e l’altro a Padova nel 2007 contro due sound system amici di vecchia data, I-Shence di Perugia e Godzilla di Bologna.

Inizia nel 2004 la collaborazione con la Shanty Band di Roma con cui la crew si esibisce in numerosi concerti, condividendo anche il main stage del Rototom Sunsplash insieme a Brusco (ex componente della crew). Nel 2009 nascono nuove collaborazioni per quanto riguarda gli spettacoli live con tre band diverse: Raina e Ginko salgono sul palco insieme a Lady Flavia e la “O Six Band”, Brusco e i “Roots in the Sky”, ed i cantanti Cisco e Papa Massi dei Working Vibes di Pisa. Altra collaborazione è quella che vede impegnati Ginko, Raina e il dj Pekoz in un dj set all’interno del progetto “Pass the Mike” ideato da Assalti Frontali e che vede coinvolti alcuni artisti della scena hip-hop e reggae della penisola.

LA STORIA
La storia della Villa Ada Posse inizia dagli incontri dei suoi membri, tra la fine degli anni ottanta e l’inizio dei novanta, nei prati del parco che dara’ da subito il nome al gruppo. Il periodo e’ piu’ o meno quello delle occupazioni universitarie, della ‘Pantera’ e soprattutto il momento in cui in varie parti d’Italia prende piede un movimento musicale antagonista, che nella varieta’ di stili ha come punti di riferimento le modalita’ espressive del dancehall reggae o dell’hip hop e la volonta’ di cantare o ‘rappare’ in italiano, se non addirittura in dialetto. A Roma tra i vari gruppi attivi abbiamo gia’ One Love Hi Powa e Onda Rossa Posse.
Grazie al comune amore per il reggae, nel maggio 1992 si forma una band che prova al CSOA Brancaleone suonando covers dei brani di Bob Marley e Jacob Miller. I primi membri di questa band sono: Drama (batteria), Loza (basso), il Marzia (chitarra), Sister Fefe’ (tastiere), Ricky (sax), Aldan (chitarra e voce), Raina (tastiere e voce) Ginko (percussioni e voce), Lady Flavia (flauto e voce) e Daddy T, Tommy e Giovanna (voce). Nella stessa estate Raina, Ginko, Aldan e Daddy T, insieme al ‘selecta’ Pekoz, danno vita al sound system e organizzano le prime feste in cui si balla al ritmo dei pochi reggae albums che si trovano nei negozi e dei primi 12” gia’ reperibili in quel periodo a Roma.
Un momento fondamentale e’ il ritorno di Aldan e Daddy T da una mitica vacanza ad Amsterdam nel mese di settembre: sulla spinta di quell’esperienza Villa Ada Posse compone i primi quattro brani ‘Bom Bom Cilom’, ‘Nessuno spazio’, ‘Come la vedo bene’ e ‘Giocala giocala col pallone’, subito registrati in una session casalinga con il registratore a quattro piste di Aldan. Nel febbraio 1993 al Brancaleone c’e’ il primo concerto dal vivo in una piccola saletta gremita di amici: in questa prima esibizione il primo pubblico di Villa Ada Posse ascolta le varie covers in repertorio ma anche i mitici primi quattro brani originali. A quel primo concerto ne seguono altri in vari centri sociali romani come il Blitz o il Sisto Quinto. Un vecchio amico dei tempi della scuola e’ in giro a cantare in una crew chiamata Vatican Posse (lui si fa chiamare Papa Giovanni, mentre il suo socio, piu’ tardi noto come Chef Ragoo si fa chiamare Paolo Secondo): durante un concerto della VAP al Sisto V sale sul palco a cantare e di lì a poco entra a far parte della crew. In questo modo Brusco diventa un membro effettivo del collettivo.
Nell’ottobre 1993 ai Zeni Gata Studios si registra su otto piste il primo demotape e la cassetta esce con scritto sopra ‘Se costo piu’ di seimila lire rubbame’. La prima tiratura va subito esaurita e negli anni si perde il conto del grande numero di copie ‘piratate’ che ci sono in circolazione, diventate una sorta di oggetto di culto.
Nel frattempo anche il sound system e’ particolarmente attivo: le prime feste private ingrandiscono il giro trasferendosi all’ormai fisso Brancaleone e nell’estate 1993 Pekoz parte per un assai istruttivo viaggio in Giamaica. Mentre Pecoz e’ ai Caraibi, Villa Ada Sound si procura i primi due medio-alti dell’impianto. Queste prime casse saranno usate come monitors durante il mixaggio dei brani del demotape. Nel giro di pochi anni di investimenti l’impianto raggiunge un assetto molto simile a quello attuale. Intanto la fama della band si allarga ed arrivano le prime richieste di concerti in tutti i centri sociali delle grandi citta’, soprattutto al nord. Il numero di covers in repertorio cala e prendono piede gli ormai numerosi e graditissimi brani originali. La scena in citta’ intanto si allarga con le dancehall di One Love, Ghetto Youths di Spinaceto e la THC Crew che piu’ tardi cambierà nome in Sattamassagana Sound System e con le trasmissioni reggae nelle varie radio, prima fra tutte Radio Onda Rossa con la mitica ‘Daje pure te’. Nel 1994 si svolge al Forte Prenestino il primo RAS meeting con sei sound systems della scena romana. Anche nelle altre citta’ italiane hanno luogo esperienze simili e per anni la scena italiana andra’ di pari passo con questa manifestazione unica nel suo genere fino all’affluenza record di folla del 2000 e l’ultima edizione svoltasi nel 2001.
Tornando alla Villa Ada Posse, nel 1995 ha luogo una spettacolare serata con il VAP Sound a ospitare i Sud Sound system: il titolo della serata e’ naturalmente ‘Quando crisce crisce bueno’. La crew del sound system si stabilizza in Pekoz, Raina, Ginko, Aldan, Brusco e Lady Flavia.
Nel 1997 esce, sempre autoprodotto, l’attesissimo primo CD ‘Musically’ ad ‘immortalare’ canzoni come ‘Accore accore’, ‘Forse un giorno’, ‘Zumpi e balli’ e ‘Ciocchino’. Ovviamente anche questo disco e’ diffuso in modo sotterraneo ed incontrollato, ed il numero di copie in circolazione e’ di varie volte superiore al numero di 1500 copie della prima tiratura. Il culmine dell’attivita’ della Villa Ada Posse come band e’ un concertone al Molino di Lugano addirittura in compagnia del toaster giamaicano Dillinger. Negli anni successivi escono i vari singoli della VAP in collaborazione con le prime etichette reggae romane: ‘Le tue ragioni’ di Ginko (One Love), ‘Tutta na famija’ di Lady Flavia e Brusco (One Love) e ‘Reggae e liberta’ di Aldan (Satta Rec.).
Nel 2000 Villa Ada Posse si esibisce al Natural Mystic Festival al Monte Peglia come supporto (insieme ai perugini Orange Dub) di Luciano, Mikey General e la Firehouse Crew. E’ da annotare nello stesso anno la dipartita di Brusco dalla VAP: Brusco continuera’ la sua carriera come solista e come MC del Gramigna Sound.
Nel 2001 esce il seguito a ‘Musically’ e cioe’ il CD ‘Villa Ada Posse at Raina Studio’, prodotto e distribuito in maniera indipendente: la scelta dell’indipendenza artistica e’ molto coerente ed e’ uno dei presupposti fondamentali dell’ambiente musicale in cui la VAP si e’ formata ma con il senno di poi la grande difficolta’ che accomuna chi porta avanti questa esperienza in Italia fara’ si che rispetto al grande numero di brani composti la VAP sara’ sempre sottorappresentata nel panorama discografico.
Il sound system in questi anni e’ attivissimo e le numerose esibizioni in Salento soprattutto nelle torride estati del reggae fanno di questa terra un po’ la seconda patria del collettivo romano. Nel 2001 Villa Ada Sound batte al CSOA Leoncavallo a Milano in un soundclash il sound milanese Golden Bass. Nel 2002 esce ‘Dancehall vibes’ di Raina e Ginko (One Love), una delle piu’ belle canzoni di sempre della VAP sul popolarissimo Angel riddim prodotto da Black Scorpio.
Nel 2004 abbiamo un grosso colpo di scena: la band riparte da capo grazie all’incontro di Raina, Ginko e Lady Flavia con la Shanty Band composta da Cassy (e in seguito da Andrea Leoni) alla batteria, Robby Dread al basso, Gene alla chitarra ed il giovanissimo Tastone alle tastiere. La combinazione tra i cantanti veterani e questa nuova realta’ della scena reggae romana e’ assolutamente esplosiva e viene allestito un nuovo spettacolo che suscita reazioni entusiastiche in tutti coloro che hanno la fortuna di vederli insieme. Ricomincia anche la collaborazione con Brusco per cio’ che riguarda alcuni live con la Shanty Band, come quello sul main stage del Rototom Sunsplash 2006, davanti a circa ventimila persone.
L’attivita’ discografica continua ed escono, sempre in formato 7’’, ‘Berluscone’, ‘Brucio la Ganja’, ‘Turbo Forward’ (One Love) e Weed (Pow Pow) di Raina e ‘Accanto a te’ (Gramigna), ‘Nun te lamentà’ (One Love), ‘Nella danz’ (One Love) di Ginko e ‘Arde e Brucia’ (su etichetta giamaicana AL.TA.FAN) di Ginko e Lady Flavia.
Nel luglio 2007 esce il cd “Nuovo Giorno”, presentato in un mitico concerto al laghetto di Villa Ada durante la rassegna dell’estate romana “Roma Incontra il Mondo”. L’album, che raccoglie alcuni singoli già usciti in formato 7’’ e altri pezzi inediti, è anch’esso autoprodotto. Continuano i concerti e le dancehall in tutta Italia e si allunga anche la lista delle serate all’estero (Barcellona, Amsterdam, Londra). Nel novembre 2007 il Sound della Villa vince a Padova il Soundclash contro gli amici I-Shence (Perugia) e Godzilla (Bologna).

Nel 2008 esce il primo lavoro solista di Lady Flavia intitolato “Stereo” e contemporaneamente nasce la O Six Band che la accompagnerà nel periodo di lancio del disco.
Nel 2009 nascono nuove collaborazioni per quanto riguarda gli spettacoli live con tre band diverse: Raina e Ginko salgono sul palco insieme a Lady Flavia e la “O Six Band”, Brusco e i “Roots in the Sky”, ed i cantanti Cisco e Papa Massi dei Working Vibes di Pisa. Altra collaborazione è quella che vede impegnati Ginko, Raina e dj Pekoz in un dj set all’interno del progetto “Pass the Mike” ideato da Assalti Frontali e che vede coinvolti numerosi artisti della scena hip-hop e reggae della penisola.
Nel 2010 ripartono le produzioni musicali. Questa volta Ginko e Raina si avvalgono della preziosa collaborazione della giovane etichetta modenese Bizzarri Records per la produzione di due album da solisti: “Che Colpa Ne Ho” di Raina (giugno 2010) e “Musica Ribelle” di Ginko (gennaio 2011). Venticinque nuove tracce che vanno ad ampliare il repertorio musicale della crew romana e ad arricchire lo show dal vivo, presentato sui palchi dalla penisola, con l’apporto musicale e creativo della Shanty Band, e ai microfoni nelle dancehall del Villada Sound System.
Sempre nel 2011 esce il primo video di Lady Flavia “My D Life” su Dutty Romance Riddim targato Macro Beats, totalmente autoprodotto.
Nel maggio 2012 esce l’ Ep sempre di LF “Respect & Love” (solo in rete) dove saranno contenute tutte le tracce prodotte in lingua inglese piu alcuni inediti usciti negli ultimi anni.
Nel 2014 l ‘ultimo video di Lady Flavia (La Isla) è girato interamente a Buenos Aires (Argentina) nel 2013 e fa parte di un progetto più grande, in collaborazione con la onlus Fotografi senza Frontiere.
In tutti questi anni di musica la villa ada ha spinto le sue vibes anche oltre confine suonando in Inghilterra (Londra) , Svizzera (Lugano,Chiasso), Olanda (Amsterdam,Groningen), Spagna (Barcellona,Valenzia), Austria (Fiberbrunn), Francia (le Deux alpes), Slovenia(Overjam), Argentina (Buenos Aires), Belgio (Bruxelles Piola Libri)


presso il CIRCOLO ARCI EL PUEBLO!

SOMOS PUEBLO!

Siamo a Pero(Mi) in via Piave 37, a 10 minuti a piedi dalla fermata metropolitana (linea 1) di Molino Dorino e a 5 minuti dalla SS. 33 del Sempione. A pochi minuti dal quartiere Gallaratese.

Per raggiungere El Pueblo:
https://www.google.it/maps/dir/Molino+Dorino,+Milano,+MI/Via+Piave,+37,+20016+Pero+MI/@45.5088

Un luogo per un progetto non-qualsiasi. Luogo di aggregazione, di promozione artistica e culturale, di formazione; luogo per il tempo libero per tutte le fasce d'età; luogo dove trovare servizi utili e divertimento a prezzi popolari. Luogo dove, da mattina a sera, si propongono attività il cui scopo politico è quello di unire: unire generazioni, unire etnie, unire una classe.

Stiamo lavorando alla costruzione di un progetto che, partendo dall'aggregazione e dalla cultura, favorisca la consapevolezza e la partecipazione sociale e politica.
La totale latitanza dello Stato sociale crea un vuoto che colpisce prevalentemente i gruppi sociali più deboli: giovani, anziani, stranieri e famiglie economicamente disagiate. Il nostro progetto associativo è finalizzato alla costruzione di tutto ciò che può colmare concretamente tale vuoto rispondendo alle specifiche esigenze della società civile e del territorio. Intendiamo non solo offrire servizi ma soprattutto creare un luogo dove sia possibile praticare una cultura alternativa capace di riavvicinare il pensiero ai valori e agli ideali comunisti.

La scelta del territorio non è casuale: il nord-ovest di Milano dove Fiera ed Expò, con i loro scellerati progetti, hanno distrutto e continueranno a distruggere non solo il territorio ma anche il tessuto produttivo e sociale. Un territorio dove si pensa a grandi appalti, grandi affari, grandi speculazioni ma si emarginano sempre più i giovani, gli anziani, le lavoratrici e i lavoratori disoccupati o ridotti ad una precarietà non solo lavorativa ma di vita.
Nessuno presenta progetti per loro. Noi invece un progetto lo abbiamo! Noi non ci arrendiamo! Affinchè il comunismo non sia solo una tendenza culturale ma un collante di classe per realizzare insieme una società alternativa alla barbarie capitalista. State connessi.

Veniteci a trovare
il 25 ottobre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: