Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mostra San Pietroburgo - Dalle Avanguardie alla Perestrojka

Piazza Castello 209, Torino
Google+

San Pietroburgo - Dalle Avanguardie alla Perestrojka, 100 opere dalla Collezione della Pinacoteca Civica Manege, dal 19 dicembre 2013 al 25 gennaio 2014, presso l'Archivio di Stato di Torino in Piazza Castello 209 (ingresso da Piazzetta Molino) – Torino

Nell’ambito della collaborazione tra le città di Torino e San Pietroburgo, la Fondazione TRG Onlus organizza all’interno del programma A Torino un Natale coi fiocchi, la mostra SAN PIETROBURGO - DALLE AVANGUARDIE ALLA PERESTROJKA, proveniente dalla Collezione della Pinacoteca Manege di San Pietroburgo, che si terrà dal 19 dicembre 2013 al 25 gennaio 2014 presso i locali dell’Archivio di Stato di Torino.

Torino ospita, per la prima volta in Italia, la Collezione della Pinacoteca Civica Manege di San Pietroburgo, una “giovane” raccolta d’arte che in meno di 20 anni è diventata una delle più importanti collezioni d’arte moderna in Russia.

Con più di duemilacinquecento opere di pittura, grafica, scultura, arte decorativa e applicata, oggetti e installazioni di artisti provenienti esclusivamente dalla città e dalla regione di San Pietroburgo, il Manege può vantare una collezione di straordinaria ricchezza e varietà. Alcune delle più significative tra le opere sono state scelte per questa mostra, dando l’opportunità al pubblico italiano di scoprire un aspetto ancora sconosciuto dell’arte russa.

Cento opere d’arte, che riflettono l’evoluzione delle arti visive a San Pietroburgo, saranno esposte negli spazi aulici dell’Archivio di Stato di Piazza Castello, con un allestimento studiato per l’occasione da Tisettanta, ispirato da originali tessuti murali artisticamente reinterpretati da Sergio Perrero. Nel percorso della mostra si racconta tutto il 20° secolo, coprendo una vasta gamma di temi, stili e generazioni artistiche.

Un vero tesoro di stimoli visivi arrivano dalla produzione artistica di una città che è sempre stata il collegamento principale tra la Russia e l'arte europea. Dipinti ad olio, acquerelli e disegni rappresentativi della pittura russa offrono una visione completa delle varie scuole, le tendenze e le correnti artistiche che si sono susseguite in città. Dall'inizio del secolo scorso, con le conquiste delle avanguardie russe, le influenze della modernità, l’emergere delle tradizioni locali, passando dal socialismo reale per arrivare ai fenomeni artistici del periodo della perestrojka, fino alle ricerche contemporanee.

Il nucleo della collezione è composto da dipinti e disegni degli anni 1920-40 quando la città si chiamava Leningrado. Opere di grande valore artistico e storico, che ci permettono di avere un approccio unico all'arte sovietica di quel periodo e aggiungono una nuova dimensione alla nostra percezione del fermento culturale nella Russia post rivoluzionaria. Maestri come Alexei Pochtenny, Alexander Rusakov, Viaceslav Pakulin, David Zagoskin, Lev Volshtejn, Izrail Lizak, Lidia Timoshenko, che appartengono all’unione artistica “Circolo degli Artisti” e dei suoi seguaci (Vladimir Grinberg, Nikolai Lapshin, Alexander Vedernikov).

L’attività di questo Circolo è stata apprezzata a livello internazionale ed è stata definita come uno dei più straordinari e significativi fenomeni artistici dell’epoca. Testimonianza della molteplicità di tendenze artistiche che si sono sviluppate in questo periodo, sono le opere degli altri maestri come Vera Zenkovich e Vittoria Belakovsky che hanno continuato nella propria attività creativa la linea classica dell’aspetto monumentale della pittura. Oppure le opere di Vladimir Proshkin e Pavel Ab che seguono la direzione stilistica dell’Associazione dei pittori della Russia rivoluzionaria, l’Associazione ufficiale di regime che con le sue 40 filiali regionali ha avuto un’influenza eccezionale sullo sviluppo dello stile del “realismo sovietico”. Tra le acquisizioni importanti della Collezione Manege dobbiamo senz’altro menzionare le tele di Eduard Krimmer e Sofia Zaklikovsky, allievi di grandi figure dell’avanguardia russa come Kazimir Malevich, Mikhail Matiushin e Pavel Filonov.

La mostra, promossa dalla Città di Torino e di San Pietroburgo, è realizzata dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus in collaborazione con Arti Grafiche Parini, Expo-rent, Tisettanta, Galleria Pirra e con il patrocinio dell’Associazione Culturale Russkij Mir.

Il 18 e il 25 gennaio 2014, presso l’attigua sala Conferenze dell’Archivio di Stato sono previste due conferenze con proiezioni di filmati legati alla mostra:
Sabato 18 gennaio: Il “Manege” nella storia dell’arte di San Pietroburgo
Sabato 25 gennaio: “L'assedio di Leningrado” di Roman Karmen, URSS 1978, in collaborazione con l’Associazione Culturale Russkij Mir, in occasione della Giornata della Memoria.

Mostra a cura di: Marina Jigarhanjan e Afrodite Oikonomidou
Progetto allestimento mostra: Laura Vincenti e Sergio Perrero
Catalogo e grafica: Arti Grafiche Parini – Fotomec

Orario mostra:
dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 18.00
sabato e prefestivi dalle 10.00 alle 13.00
domenica chiuso

Ingresso gratuito

www.casateatroragazzi.it

Veniteci a trovare
dal 19 dicembre 2013 al 25 gennaio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: