Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mostra mercato d’arte antica, Antiqua

Largo Pertini 4, Genova, Italia
Google+

Antiqua compie vent'anni e vola alto con  l’Accademia ligustica. Sabato 18 gennaio due eventi in contemporanea.

Presentata nel Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, la ventesima edizione di Antiqua – Mostra mercato d’arte antica - in programma nel quartiere fieristico genovese da sabato 18 a domenica 26 gennaio.

Dopo il saluto del presidente dell’Accademia Giuseppe Pericu, sono intervenuti Sara Armella presidente Fiera di Genova Spa, Iury Fichera presidente di Genovastand Eventi – la società organizzatrice della manifestazione – e i curatori della mostra, Tiziana Tentori, e del Museo dell’Accademia Giulio Sommariva. Presenti l’amministratore delegato di Fiera di Genova Spa Antonio Bruzzone, il segretario dell’Accademia Enrico Paroletti e il direttore della Scuola dell’Accademia Osvaldo Devoto.

Per festeggiare l’edizione numero venti - patrocinata da Regione Liguria, Comune di Genova e Camera di Commercio - è stata siglata un’importante collaborazione con l’Accademia Ligustica di Belle Arti: obiettivo la valorizzazione del patrimonio artistico della città e lo sviluppo di un progetto didattico che avvicini i giovani al mondo dell’antiquariato.

Si tratta del primo “matrimonio” in Italia tra un’esposizione di antiquariato e un’istituzione culturale e didattica di così alto livello. Durante le giornate della manifestazione Antiqua raddoppia e all’interno del Museo dell’Accademia, accanto al meglio della pittura genovese dal ‘300 al ‘900, saranno esposte e contestualizzate opere di particolare pregio prestate per l’occasione da alcuni degli antiquari espositori in Fiera. Una fine selection che comprende oltre una ventina di pezzi, tra cui alcune terracotte del IV secolo A.C., tele di Pennasilico e Varni, xilografie del Seicento e un crocifisso in argento con il punzone Torretta.
In contemporanea, all’interno di Antiqua, sarà allestito un percorso che, rivisitando i masterpièces del Museo e illustrandone aspetti e curiosità nascoste, risvegli la curiosità di una visita alle sale espositive del palazzo di piazza De Ferrari progettato da Carlo Barabino. Nell’agorà di Antiqua, la piazza dedicata agli eventi, gli studenti dell’Accademia lavoreranno dal vivo al decoro su legno e di facciate genovesi.

Girando per Antiqua
La rassegna si conferma uno dei più importanti e qualificati appuntamenti a livello nazionale con sessanta espositori provenienti da tutta Italia in grado di offrire al pubblico un affascinante viaggio nell’antiquariato, in un mix di epoche e di stili dove i visitatori avranno l’opportunità di ammirare opere d’arte di assoluto valore. Il percorso espositivo si snoderà tra mobili, sculture, argenti e gioielli. Moltissimi i dipinti con una scelta che parte dal Seicento per arrivare a una vasta selezione di tele della scuola ligure del Novecento.

Tra le anticipazioni da segnalare una collezione di bronzetti rinascimentali di manifattura veneta, nella quale spiccano la testa di un paggio attribuito alla scuola di Antonio Rizzo, un monumentale candelabro realizzato da Andrea da Brescia, e un rarissimo e inedito Cristo nudo in bronzo argentato di manifattura toscano, scampato ai divieti post-conciliari.

Particolare la coppia di zanne in avorio, manifattura cinese del XX secolo, con applicazioni sempre in avorio che raffigurano la vita eterna e la felicità eterna; la base è in lacca rossa, l’altezza è di un metro e mezzo. Tra i dipinti annunciati una sosta di viandanti all’acqua Acetosa di Teodoro Filippo De Liagno detto Filippo Napoletano, con un’antica targhetta sul telaio che ne attribuiva la proprietà ai Marchesi Lancellotti di Roma e una sensuale odalisca adagiata sul letto che gioca con un pappagallo firmata Giulio Tadolini e datata 1873.

L’inaugurazione di Antiqua, su invito, è in programma venerdì 17 gennaio alle 18.30 nel piano superiore del padiglione Blu. Nell’agorà dedicata agli eventi, circondata da eleganti allestimenti nei toni dell’avorio e del nero, si esibiranno il pianista Andrea Vulpani e il tenore Davide Piaggio, allievo del baritono Silvio Zanon. In programma alcune delle più celebri arie operistiche.

Grazie alla collaborazione con la Biblioteca Franzoniana sarà proiettato ad Antiqua il documentario realizzato da Andrea Lavaggi in occasione del quinto centenario della nascita dell’Alessi (1512-2012). Il video, promosso dai Rotary genovesi, traccia un’esauriente sintesi delle opere dell’architetto perugino nel capoluogo ligure con visioni d’insieme e dettagli architettonici delle opere e con note su restauri effettuati o su progetti di recupero: Basilica di Carignano, Cupola della Cattedrale di San Lorenzo, Villa Giustiniani Cambiaso, Villa Pallavicino delle Peschiere, Grotta Doria, Villa Grimaldi Sauli in Bisagno, Ville Alessiane di Sampierdarena, laghetto e isola dei satiri di Villa Doria Centurione a Pegli, Porta Siberia e Strada Nuova, attuale Via Garibaldi.

L’Accademia Ligustica
L’Accademia Ligustica di Belle Arti fu istituita a Genova nel 1751 per iniziativa di un gruppo di artisti e di aristocratici genovesi, e dal 1831 trova sede nell’elegante edificio neoclassico, costruito su progetto dell’architetto civico Carlo Barabino.
La prestigiosa raccolta del Museo dell’Accademia oggi è un percorso unico dal XII al XX secolo sulla pittura in Liguria mentre la scuola di alta formazione ha oltre 400 iscritti e 11 corsi di indirizzo attivi.

Dal 2012 l’Associazione Amici dell’Accademia Ligustica Onlus è responsabile della valorizzazione del Museo. Nel 2013 l’Associazione con circa 50 eventi prodotti e autosostenuti ha aiutato a raddoppiare il numero di visitatori in Museo.

Antiqua sarà inaugurata venerdì 17 gennaio alle 18.30 (solo su invito). L’apertura al pubblico in fiera è da sabato 18 a domenica 26 gennaio, l’orario è nei finesettimana dalle ore 10 alle 20; da lunedì a venerdì dalle 14 alle 20.

Il biglietto d’ingresso costa 10 Euro (8 euro il ridotto) e vale anche per l’ingresso al Museo dell’Accademia Ligustica che per l’occasione amplia l’orario di apertura: sabato e domenica dalle 12 alle 18.30, da lunedì a venerdì dalle 14 alle 18.30.

Info: Genovastand Eventi Srl tel. 0108358989 – eventi@genovastand.com
www.antiquagenova.it www.accademialigustica.it

È stata presentata oggi nel Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, la ventesima edizione di Antiqua – Mostra mercato d’arte antica - in programma nel quartiere fieristico genovese da sabato 18 a domenica 26 gennaio. Dopo il saluto del presidente dell’Accademia Giuseppe Pericu, sono intervenuti Sara Armella presidente Fiera di Genova Spa, Iury Fichera presidente di Genovastand Eventi – la società organizzatrice della manifestazione – e i curatori della mostra, Tiziana Tentori, e del Museo dell’Accademia Giulio Sommariva. Presenti l’amministratore delegato di Fiera di Genova Spa Antonio Bruzzone, il segretario dell’Accademia Enrico Paroletti e il direttore della Scuola dell’Accademia Osvaldo Devoto.

Per festeggiare l’edizione numero venti - patrocinata da Regione Liguria, Comune di Genova e Camera di Commercio - è stata siglata un’importante collaborazione con l’Accademia Ligustica di Belle Arti: obiettivo la valorizzazione del patrimonio artistico della città e lo sviluppo di un progetto didattico che avvicini i giovani al mondo dell’antiquariato. Si tratta del primo “matrimonio” in Italia tra un’esposizione di antiquariato e un’istituzione culturale e didattica di così alto livello. Durante le giornate della manifestazione Antiqua raddoppia e all’interno del Museo dell’Accademia, accanto al meglio della pittura genovese dal ‘300 al ‘900, saranno esposte e contestualizzate opere di particolare pregio prestate per l’occasione da alcuni degli antiquari espositori in Fiera. Una fine selection che comprende oltre una ventina di pezzi, tra cui alcune terracotte del IV secolo A.C., tele di Pennasilico e Varni, xilografie del Seicento e un crocifisso in argento con il punzone Torretta.

In contemporanea, all’interno di Antiqua, sarà allestito un percorso che, rivisitando i masterpièces del Museo e illustrandone aspetti e curiosità nascoste, risvegli la curiosità di una visita alle sale espositive del palazzo di piazza De Ferrari progettato da Carlo Barabino. Nell’agorà di Antiqua, la piazza dedicata agli eventi, gli studenti dell’Accademia lavoreranno dal vivo al decoro su legno e di facciate genovesi.

Girando per Antiqua
La rassegna si conferma uno dei più importanti e qualificati appuntamenti a livello nazionale con sessanta espositori provenienti da tutta Italia in grado di offrire al pubblico un affascinante viaggio nell’antiquariato, in un mix di epoche e di stili dove i visitatori avranno l’opportunità di ammirare opere d’arte di assoluto valore. Il percorso espositivo si snoderà tra mobili, sculture, argenti e gioielli. Moltissimi i dipinti con una scelta che parte dal Seicento per arrivare a una vasta selezione di tele della scuola ligure del Novecento.

Tra le anticipazioni da segnalare una collezione di bronzetti rinascimentali di manifattura veneta, nella quale spiccano la testa di un paggio attribuito alla scuola di Antonio Rizzo, un monumentale candelabro realizzato da Andrea da Brescia, e un rarissimo e inedito Cristo nudo in bronzo argentato di manifattura toscano, scampato ai divieti post-conciliari. Davvero particolare la coppia di zanne in avorio, manifattura cinese del XX secolo, con applicazioni sempre in avorio che raffigurano la vita eterna e la felicità eterna; la base è in lacca rossa, l’altezza è di un metro e mezzo. Tra i dipinti annunciati una sosta di viandanti all’acqua Acetosa di Teodoro Filippo De Liagno detto Filippo Napoletano, con un’antica targhetta sul telaio che ne attribuiva la proprietà ai Marchesi Lancellotti di Roma e una sensuale odalisca adagiata sul letto che gioca con un pappagallo firmata Giulio Tadolini e datata 1873.

L’inaugurazione di Antiqua, su invito, è in programma venerdì 17 gennaio alle 18.30 nel piano superiore del padiglione Blu. Nell’agorà dedicata agli eventi, circondata da eleganti allestimenti nei toni dell’avorio e del nero, si esibiranno il pianista Andrea Vulpani e il tenore Davide Piaggio, allievo del baritono Silvio Zanon. In programma alcune delle più celebri arie operistiche.

Grazie alla collaborazione con la Biblioteca Franzoniana sarà proiettato ad Antiqua il documentario realizzato da Andrea Lavaggi in occasione del quinto centenario della nascita dell’Alessi (1512-2012). Il video, promosso dai Rotary genovesi, traccia un’esauriente sintesi delle opere dell’architetto perugino nel capoluogo ligure con visioni d’insieme e dettagli architettonici delle opere e con note su restauri effettuati o su progetti di recupero: Basilica di Carignano, Cupola della Cattedrale di San Lorenzo, Villa Giustiniani Cambiaso, Villa Pallavicino delle Peschiere, Grotta Doria, Villa Grimaldi Sauli in Bisagno, Ville Alessiane di Sampierdarena, laghetto e isola dei satiri di Villa Doria Centurione a Pegli, Porta Siberia e Strada Nuova, attuale Via Garibaldi.

L’Accademia Ligustica
L’Accademia Ligustica di Belle Arti fu istituita a Genova nel 1751 per iniziativa di un gruppo di artisti e di aristocratici genovesi, e dal 1831 trova sede nell’elegante edificio neoclassico, costruito su progetto dell’architetto civico Carlo Barabino.
La prestigiosa raccolta del Museo dell’Accademia oggi è un percorso unico dal XII al XX secolo sulla pittura in Liguria mentre la scuola di alta formazione ha oltre 400 iscritti e 11 corsi di indirizzo attivi.

Dal 2012 l’Associazione Amici dell’Accademia Ligustica Onlus è responsabile della valorizzazione del Museo. Nel 2013 l’Associazione con circa 50 eventi prodotti e autosostenuti ha aiutato a raddoppiare il numero di visitatori in Museo.

Antiqua sarà inaugurata venerdì 17 gennaio alle 18.30 (solo su invito). L’apertura al pubblico in fiera è da sabato 18 a domenica 26 gennaio, l’orario è nei finesettimana dalle ore 10 alle 20; da lunedì a venerdì dalle 14 alle 20.

Il biglietto d’ingresso costa 10 Euro (8 euro il ridotto) e vale anche per l’ingresso al Museo dell’Accademia Ligustica che per l’occasione amplia l’orario di apertura: sabato e domenica dalle 12 alle 18.30, da lunedì a venerdì dalle 14 alle 18.30.

Info: Genovastand Eventi Srl tel. 0108358989 – eventi@genovastand.com
www.antiquagenova.it www.accademialigustica.it

Veniteci a trovare
dal 18 al 26 gennaio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: