Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

La xilografia in Italia agli inizi del Novecento

Castrocaro Terme FC, Italia
Google+

Una mostra dedicata alla Xilografia in Italia all'inizio del Novecento: a Castrocaro Terme, presso il Padiglione delle Feste dal 22 febbraio al 15 giugno 2014 vi attende 'Nel segno del Liberty'.

Tra fine Ottocento e inizio Novecento la xilografia, una delle più antiche tecniche di produzione e riproduzione delle immagini, visse Inghilterra e in Europa una straordinaria “rinascita artistica”, supportando e sviluppando il più moderno dei linguaggi: il Liberty.

L’incisione su legno, utilizzata dai preraffaelliti per adornare le loro preziose edizioni tipografiche, offrì in quel periodo agli artisti l’occasione per una riscoperta che andò al di là di una semplice imitazione di modi e temi, per svilupparsi in direzioni sostanzialmente imprevedibili e nuove.

Nei primi anni del ‘900, in Italia, Adolfo De Decarolis (Montefiore dell’Aso 1874 - Roma 1928) si fece promotore e Maestro della rinascita xilografica.

Attraverso il suo magistero presso la cattedra di ornato al Regio Istituto di Belle Arti a Firenze (1901), poi a Bologna (1910) e dal 1915 alla cattedra di decorazione all’Accademia di Brera a Milano, riuscì a creare una vera e propria scuola di xilografi (chiamata dal critico d’Arte Francesco Sapori  “una giovane schiera d’incisori su legno”), che si imporrà in Mostre, Concorsi e Rassegne nazionali e internazionali, monopolizzando consensi e premi per un lungo periodo dal 1906 al 1926.

Saranno in mostra xilografie di Adolfo De Carolis, Francesco Nonni, Antonello Moroni, Gino Barbieri, Domenico Baccarini, Ettore Di Giorgio; e le riviste "Novissima", "l'Eroica", "Il Romanzo dei Piccoli" , "La rivista dei ragazzi",  "il plaustro", "la piè", "i canti di Faunus", il libro di Paolucci di Calboli, "Francesca da Rimini", "il Notturno" di D'Annunzio.

 

Veniteci a trovare
dal 22 febbraio al 15 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: