Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Una notte al Museo, a Ferrara

Via XX Settembre 122, Ferrara FE, Italia
Google+

Dato il grande successo della precedente iniziativa, sabato 25 gennaio 2014 torna "Una notte al Museo": il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara rimarrà aperto anche dalle 20 a mezzanotte.

Dopo i saluti del Direttore del museo Caterina Cornelio e la presentazione dello spettacolo, ci sarà l'introduzione dell'archeologa Paola Desantis alle tematiche dei commerci che ruotavano attorno alla città etrusca di Spina.

Alle ore 21.30, a seguire, "Le interviste impossibili": incontro con Vel Kaikna, ammiraglio etrusco.

Al termine, indicativamente a partire dalle ore 22,30, visite guidate condotte dalle archeologhe Caterina Cornelio e Paola Desantis focalizzate sulle tematiche della serata.

Membro di un'importante famiglia di Felsina, Vel Kaikna era probabilmente un ammiraglio o un navarca etrusco del V sec. a.C.: lo indizia la sua stele funeraria, esposta nel Museo Civico Archeologico di Bologna, su cui si staglia una nave da guerra etrusca.

La stele funeraria di Vel Kaikna è eccezionale sia per le dimensioni (è alta m. 2,42) che per la raffigurazione che presenta sul lato principale. Vi è infatti scolpita l'immagine di una grande nave etrusca da guerra che naviga in mare. A poppa il timoniere regge il timone, seguono due guerrieri con corazza ed una figura con mantello; dalla chiglia della nave sbucano sette remi, anche se sono solo tre i rematori di cui si vedono le teste.

Probabilmente la scena si riferisce all'attività esercitata dal defunto, di cui si conosce il nome grazie all'iscrizione incisa sull'altro lato della stele: (io sono) la tomba di Vel Kaikna. E' stato ipotizzato che questo personaggio bolognese rivestisse la carica di comandante di una flotta etrusca sull'Adriatico, preposta alla difesa delle rotte commerciali da e per la Grecia che facevano capo al porto di Spina.

Ingresso € 5,00. Per informazioni e aggiornamenti utilizzare i recapiti indicati. 

Veniteci a trovare
il 25 gennaio 2014

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: