Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il Pane dei Santi e le farine tradizionali

Noto SR, Italia
Google+

L’Azienda didattica “Villa Romana del Tellaro” sita in Noto accreditata dall’Assessorato Politiche Agricole e alimentari con D.D.G. n°900 del 29.03.2012 con n°51 organizza: La seconda edizione della “Il Pane dei Santi e le farine tradizionali”.

Al fine di diffondere la cultura del Pane tradizionale, la nostra azienda offre tre laboratori gratuiti, che verranno sorteggiati fra le scuole che ne faranno richiesta sul sito web www.villaromanadeltellaro.com La richiesta di partecipazione all’estrazione per la partecipazione ai Laboratori gratuiti, deve essere inoltrata dal Dirigente scolastico o da un insegnante entro le ore 24,00 del 3 marzo 2014.

Le candidature dovranno avvenire per una o al massimo due classi abbinate. I nomi delle classi sorteggiate e dei relativi Istituti scolastici saranno pubblicati sul sito web. I sorteggiati verranno contattati per concordare le date dei laboratori che dovranno svolgersi entro il 27 marzo 2014.

I laboratori prevedono la preparazione del “pani ri casa” realizzato con il lievito madre (il cosiddetto “cruscenti, criscenti, luvato, livatina etc.”).

Un confronto diretto dunque con le attrezzature tipiche possedute dall’azienda medesima: dalla “maidda”, nella quale viene riversata la farina da impastare, alla “sbria”, su cui è montata una leva in legno, “u sbriuni” che, impugnato dalla parte opposta, viene alzato e abbassato sulla pasta che nel frattempo si gira, si rigira e si alza.

Tale operazione prende il nome di “scaniatura”. Dopodiché dal pastone si taglieranno pezzi più piccoli che andranno poi a prendere le forme desiderate. Oltre ai tradizionali “ialuni” verranno inoltre realizzati pani tipici delle festività, come per esempio i “pupi cu l’ova, i pupiddi, u iadduzzu, il porcospino”, le “cuddure” e i pani votivi.

Per informazioni contattare il responsabile Sign. Sebastiano Adernò cell. 3388733084

Veniteci a trovare
dal 14 al 28 febbraio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: