Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Feste di Carnevale

Italia
Google+

Sono tante e colorate, sono le feste di carnevale che impazzano per tutta Italia, dalla grande città al paesino, dal borgo di campagna a quello di mare... il carnevale non è solo per i bambini ma anche per chi ama la tradizione legata a questa ricorrenza. 

Il carnevale nasce come una festa che si celebra nei paesi di tradizione cattolica. I festeggiamenti sono giocosi e fantasiosi grazie alle tante maschere che ogni anno arricchiscono il carnevale.

L'etimologia della parola: "carnevale" deriva dal latino "carnem levare" ("eliminare la carne") poiché anticamente indicava il banchetto che si teneva l'ultimo giorno di carnevale (martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima. 

Le origini delle celebrazioni del carnevale hanno origini in festività molto più antiche, come per esempio le dionisiache greche (le antesterie) o i saturnali romani, dove durante le feste dionisiache e i saturnali si realizzava un temporaneo scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie per lasciar posto al rovesciamento dell'ordine, allo scherzo e alla dissolutezza.

Da un punto di vista storico e religioso il carnevale rappresentò, dunque, un periodo di festa ma soprattutto di rinnovamento simbolico, durante il quale il caos sostituiva l'ordine costituito, che però una volta esaurito il periodo festivo, riemergeva nuovo o rinnovato e garantito per un ciclo valido fino all'inizio del carnevale seguente. 

Il Carnevale in Italia

Il Carnevale di Venezia è famoso per la bellezza dei costumi. per la magica atmosfera della Laguna oltre ad offrire altri spunti di divertimento, tra mostre d'arte,. sfilate di moda, spettacoli teatrali etc...Ecco le iniziative legate al Carnevale di Venezia!

Volo dell'Angelo a Venezia, Gran Teatro di Piazza San Marco, Festa delle Marie in Piazza San Marco.

Il Carnevale di Viareggio ha origine nel 1873 ed è uno dei più importanti e maggiormente apprezzati carnevali a livello internazionale. Tanti carri allegorici che sfilano nelle domeniche fra gennaio e febbraio concaricature in cartapesta di uomini famosi nel campo della politica, della cultura o dello spettacolo, sottolineati con satira e ironia. Per partecipare e avere un costume di carnevale potete sicuramente trovarne di tanti ed originali, a prezzi molto accessibili, su www.pelatelli.com, specializzato per lo shopping on line di costumi, accessori, prodotti, trucchi...insomma di tutto ciò che riguarda il Carnevale!

Lo storico Carnevale di Ivrea, famoso per la Battaglia delle Arance, è uno tra i più antichi e particolari al mondo. L'intero carnevale rappresenta, sotto forma di allegoria, la rivolta dei cittadini per la libertà dal tiranno della città, probabilmente Ranieri di Biandrate, ucciso dalla Mugnaia su cui si apprestava a esercitare lo jus primae noctis. Da questo evento prese avvio la guerra civile rappresentata dalla battaglia tra il popolo e le truppe reali, rievocata durante il carnevale, dove le squadre di Aranceri a piedi difendono le loro piazze dagli aranceri su carri, a colpi di arance a rappresentare le frecce, mentre tra le vie della città sfila il corteo della Mugnaia che lancia dolci e regali alla popolazione.

Il carnevale di Schignano nella provincia di Como, si svolge secondo il rito romano, il sabato ed il martedì grasso. La rappresentazione si svolge sulla contrapposizione di due maschere principali il Bello ed il Brutto. La maschera del bello presenta lineamenti eleganti mentre la maschera del Brutto ha un aspetto grottesco. Importanti sono le maschere in legno, scolpite a mano dalla radice di noce.

In Puglia vi sono tante feste di carnevale: il Carnevale di Manfredonia e poi ancora il Carnevale di Gallipoli, il Carnevale di Massafra e il Carnevale Terranovese a Poggio Imperiale.

Il Carnevale di Putignano, il più importante della Puglia, è uno dei più lunghi per durata. 
Il carnevale si caratterizza per la sfilata di carri allegorici in cartapesta rappresentanti il mondo della politica, della cultura o della società. Le celebrazioni si concludono il martedì grasso, con una sfilata serale e con la celebrazione del funerale del Carnevale, rappresentato come un maiale. Al termine del funerale ha luogo la cosiddetta "campana dei maccheroni": al suono lugubre di campane a lutto si celebra un grande banchetto in cui si mangiano pasta, carne e altre prelibatezze. Questa è l'ultima occasione di ingozzarsi prima del digiuno quaresimale.
La maschera tradizionale di Putignano è Farinella, che indossa un costume coi simboli della città; il suo nome viene dal prodotto tipico omonimo, una farina di legumi. A tale maschera è stato dedicato un brano musicale composto dal fisarmonicista putignanese M° Benedetto Pipoli a cui ha dato lo stesso nome e cioè "Farinella".

Il carnevale nel Lazio offre numerosissime feste di Carnevale che abbiamo raccolto per voi. Una festa molto antica è il carnevale storico di Frosinone è caratterizzato dalla Festa della Radeca, di origini antichissime, che si possono ricollegare ai lupercali romani e quindi ai riti della fertilità agraria (la "Radeca" altro non è che il nome in dialetto della foglia d’agave, simbolo di fecondità). Questa tesi è confortata dalla presenza, all’interno degli statuti comunali cittadini, risalenti all’anno 1200, di una norma secondo cui erano sospese le attività giudiziarie durante le festività in precisi periodi dell’anno, tra cui oltre che il Natale, l’Epifania ed i periodi delle messi e della vendemmia, i due giorni che precedono le ceneri, cioè il Carnevale. All'antichissimo rito di fertilità, si è sovrapposta una tradizione che commemora l’eroica rivolta dei frusinati contro le truppe d’occupazione francesi, negli ultimissimi anni del XVIII sec. (1798-1799). A questo è dovuta la figura del Generale francese Championnet protagonista del carnevale, il cui fantoccio, al termine della festa, viene dato alla fiamme.

In Campania, il Carnevale di Striano, in provincia di Napoli, è considerato uno dei più importanti carnevali del Sud. I carri allegorici, che sono i più grandi e movimentati della Campania, sfilano ogni anno in un luogo diverso della città di Striano dal 1983. Il carnevale a Striano propone opere realizzate esclusivamente in cartapesta nei cantieri della Cittadella del Carnevale, una struttura unica nel suo genere nell'intera regione Campania.

In Basilicata è molto conosciuto il Carnevale di Tricarico, caratterizzato dalla presenza di "mucche " e "tori" in transumanza ed intimamente legato a riti precristiani, mediati dal cristianesimo attraverso la figura di s. Antonio abate. Da ricordare anche il carnevale estivo di Laurenzana (PZ) nato per promuovere le bellezze monumentali (Castello del XII secolo, Chiesa madre, Convento benedettino etc.) e paesaggistiche (l'Abetina di Laurenzana conosciuta per la presenza dell'Abete Bianco). Si festeggia il primo sabato dopo ferragosto.

Molto importante per la regione lucana risulta essere il Carnevale di Lavello. La maschera tradizionale della città risulta essere il Domino. Ogni sabato fino al sabato successivo al mercoledì delle ceneri si festeggia questo carnevale con grandi balli. L'ultimo sabato del carnevale lavellese è segnato dalla tradizionale rottura della pentolaccia. Altra punta di diamante della tradizione carnevalesca locale è rappresentato dal carnevale di Satriano che vanta la caratteristica presenza di tre maschere tipiche: l'orso, l'eremita e la quaresima.

Il Carnevale di Montescaglioso in Provincia di Matera, Basilicata celebra i riti propiziatori della fertilità e del risveglio della natura e le figure tradizionali dell’evento rimandano a simboli arcaici provenienti dal mondo greco-romano e medievale. 

In Sicilia, il Carnevale di Sciacca è rinomato per la bellezza delle sue opere in cartapesta realizzate dai maestri ceramisti del luogo, ed è il carnevale più antico di Sicilia, con origini che risalgono al periodo romano. E' caratterizzato da sfilate di carri allegorici che percorrono l'antico centro della città accompagnati da gruppi mascherati sulle note di musiche.

Famoso è il Carnevale di Acireale bella città barocca, definito "il più bel carnevale di Sicilia" per la bellezza dei suoi carri allegorici e infiorati.  Anche il Carnevale di Acireale si fregia di antichissime origini, ed è uno dei più antichi dell'isola, che si svolge ogni anno ad Acireale in provincia di Catania. Tra le sue caratteristiche vi è la sfilata dei carri allegorici ed infiorati. I carri allegorico-grotteschi in cartapesta danno il loro spettacolo attraverso migliaia di lampadine e luci, movimenti spettacolari e scenografie. I carri infiorati mostrano soggetti creati interamente con fiori veri disposti uno a fianco all'altro.

In Sicilia si ricorda ancora il Carnevale di Paternò del secondo dopoguerra, che dall’Epifania al martedì Grasso attirava masse di pubblico in cerca di divertimento da varie province, invadendo l’intera città, trasformata in una enorme balera all’aperto, sotto una fantasmagorica illuminazione artistica. Infatti esso era caratteristico non solo per le varie sfilate (di gruppi in maschera, macchine infiorate e carri allegorici notevoli per grandezza e bellezza) che si svolgevano negli ultimi tre giorni ed erano dotate di ricchi premi in denaro, ma anche per la possibilità data a tutti di ballare per le vie e le piazze, oltre che nei ritrovi notturni, mediante musiche diffuse da altoparlanti, tutti i giorni fino a mezzanotte, esclusi i venerdì (in cui non c’erano né musiche né balli). Erano vietate le allegorie politiche e religiose. 
Un’altra caratteristica era quella che per scherzo di Carnevale le persone mascherate potevano “impegnare” quelle non mascherate e ballare insieme o farsi pagare consumazioni al bar, mentre si potevano intrecciare relazioni amorose, magari senza mai conoscere l’identità della controparte in maschera. 

Ad Oristano, in Sardegna, si svolge, durante gli ultimi tre giorni di carnevale, la giostra mascherata a cavallo, Sa Sartiglia. Durante la quale i cavalieri si sfidano in bravura ad infilzare una stella forata al centro, e realizzano acrobazie sopra i cavalli al galoppo.

Leggete anche: Il carnevale per bambini a Roma e tutte le altre feste di carnevale in giro per l'Italia! 

Veniteci a trovare
dal 17 febbraio al 9 marzo 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: