Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Scatta... al museo!

Museo del Sale, Cervia RA, Italia
Google+

Scatta... al museo! Continuano gli incontri sulla fotografia al museo del sale di Cervia con una serata dedicata al reportage di guerra e pace

Continua giovedì 6 marzo dalle ore 21.00 alle ore 23.00 l’iniziativa “Scatta … al museo!” serate dedicate alla fotografia al museo del sale di Cervia, un ciclo di incontri dedicato a tutti gli appassionati di fotografia e a chi vi si avvicina per la prima volta, organizzato da MUSA con la collaborazione di Manuela Guarnieri.

La serata, aperta al pubblico propone proiezione e commento di immagini di reportage (1855- 2014) a cura di Andrea Angelini e Cristina Paglionico dell'Associazione Tank Sviluppo Immagine di Forlì.

Titolo della serata: Il linguaggio fotografico di reportage. La fotografia di guerra e pace: immagini che appartengono alla storia dei conflitti fra i popoli.

I protagonisti dell’incontro ci raccontano:

La serata si propone di realizzare un viaggio nella storia dell'uomo e della fotografia a partire dalla prima foto di reportage del 1885 (Guerra di Crimea) fino ai giorni nostri. La scelta delle immagini fotografiche è stata fatta con attenzione agli eventi storici rappresentati, ma anche cercando quelle immagini che godono di notorietà internazionale e sono diventate simbolo di un modo di vedere e di far conoscere la realtà. A volte le foto sono state realizzate da autori rimasti anonimi. A volte, invece, sono state realizzate da uomini e donne che hanno messo a repentaglio la loro vita per riportare la testimonianza di eventi drammatici e cruenti, nella speranza che una maggiore conoscenza delle ingiustizie potesse essere una spinta per cambiare il mondo. Così non è stato, purtroppo, per la stragrande maggioranza dei casi. Non vogliamo commuoverci o inorridire sterilmente davanti alla brutalità. Per contro non vogliamo nemmeno che solo si celebrino le gesta di coloro che tanto hanno dato per pacificare il mondo. Vogliamo accendere una scintilla, squilibrare, porre interrogativi. Perché, come dice Susan Sontag in "Davanti al dolore degli altri" (2003): " Nessuno può pensare e allo stesso tempo colpire un altro".

Appuntamento successivo il 13 marzo con Roberta Romagnoli nella serata dal titolo Il fenomeno della fotografia mobile: Iphone, Ipad e smartphone: uso e abuso.

Veniteci a trovare
dal 6 al 13 marzo 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: