Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Seguendo il profumo del vino

Celle Sul Rigo SI, Italia
Google+

Seguendo il profumo del vino è un piacevole viaggio tra le colline e le valli a sud di Firenze. Se siete golosi e curiosi e se pensate che per scoprire o riscoprire un territorio sia necessario avere un alibi, ecco un itinerario la cui chiave di lettura è il vino e la terra che lo produce. È la Strada del Vino dei Colli Fiorentini il percorso che si snoda per ben 18 comuni (Bagno a Ripoli, Barberino V.E., Certaldo, Fiesole, Figline, Firenze, Impruneta, Incisa, Lastra a Signa, Montelupo, Montespertoli, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano, San Casciano, Scandicci, Tavarnelle) e che, come tutte le altre consorelle in Toscana e nel resto d’Italia, vuole essere un suggerimento di viaggio in zone ad alta vocazione vitivinicola, caratterizzate, oltre che ovviamente a vigneti e cantine, da attrattive naturalistiche, culturali e storiche. Quattro sono gli itinerari principali dai quali si diramano molti itinerari minori, dove spesso si scoprono gli aspetti più preziosi e genuini della collina fiorentina. Oppure se ne possono ritagliare altri ancora, a proprio uso e consumo, come quello che prende le mosse da Cerbaia, da dove la Strada Provinciale 4 conduce a Montagnana; da qui si prende la Via di Romita incontrando San Quirico in Collina, San Pancrazio e Romita. Ci si immette quindi sulla statale 2 fino a Tavarnelle e Barberino. Zona di grandi suggestioni, di grandi vini e di buona cucina. Una visita anche non lunghissima non può prescindere dal borgo medioevale di San Donato in Poggio, con i resti della cinta muraria, gli edifici due-trecenteschi, la chiesa di Santa Maria della Neve (XV sec.) in stile gotico, il rinascimentale palazzo Malaspina e la pieve romanica che racchiude il fonte battesimale in terracotta invetriata di G. della Robbia. Andando verso Greve, si incontrano le mura e le torri merlate della Badia a Passignano, che racchiude un giardino e un chiostro incantevoli e conserva dipinti preziosi. Barberino infine racconta il medioevo, con le sue mura, le case torri, il Palazzo Pretorio, lo Spedale dei Pellegrini, la chiesa di San Bartolomeo. Negli immediati dintorni altri borghi quasi intatti (Tignano, Petrognano), e la pieve romanica di Sant’Appiano.

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: