Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Castelli Romani

Roma, Italia
Google+

Con il nome di "Castelli Romani" si indicano quei centri e quelle alture note sin dalla antichità come Colli Albani. E’ nel 1879 che compare in via ufficiale per la prima volta, il nome di Castelli Romani, popolarmente già in uso da moltissimo tempo. I Castelli appartengono al gruppo vulcanico denominato “Vulcano Laziale”. Sono perciò il risultato di complessi fenomeni risultanti dall'attività di un antico vulcano, iniziata attorno a 700.000 anni fa. Della "caldera" restano i rilievi del "recinto esterno", Tuscolo e Monte Artemisio; un cono vulcanico più piccolo si formò presso la località Campi di Annibale. Dall'estinzione di due vulcani di tale gruppo ebbero poi origine il lago di Nemi e quello di Albano. Il fertile suolo vulcanico diede vita a grandi foreste di faggio e cerrete. Oggi permangono castagneti e tantissime piante, come l'agrifoglio, il tiglio, il nocciolo, l'acero campestre, il faggio. Diffuse anche specie mediterranee come il viburno, il ligustro, il corbezzolo e il lauro. La fauna del parco annovera l'istrice, il tasso, lo scoiattolo e l'arvicola di Savi; ci sono uccelli rapaci, tra cui la poiana, lo smeriglio e lo sparviero. Frequentano le sponde dei laghi il germano reale, l'airone cenerino, la folaga, la marzaiola e lo svasso maggiore. Tra gli uccelli silvani i picchi, l'upupa e le cince. Sempre più rara invece la testuggine di Hermann. Già in età preromana alcune popolazioni latine si insediarono stabilmente in questi luoghi, sia per la posizione strategica che per il clima e la vegetazione. Nell'ultimo periodo dell’età repubblicana i Romani più abbienti scelsero i Colli Albani per villeggiare e costruirono ville, talvolta grandiose, con le quali manifestare la propria raffinatezza di gusto, far sfoggio della propria cultura, nonchè della propria potenza economica. Le testimonianze archeologiche sono numerosissime: ricordiamo, a solo titolo di esempio, le rovine di Tusculum a Frascati e la Tomba degli Orazi e dei Curiazi ad Albano. Anche nel Cinquecento le maggiori famiglie romane scelsero i Castelli come residenza estiva e di nuovo sorse un complesso di ville di notevole importanza storica ed artistica, oltre ad abbazie, santuari e cenobi. Villa Aldobrandini e Villa Falconieri (progettata da Borromini) a Frascati sono splendidi esempi del Barocco romano. Ma l’elenco completo sarebbe impossibile: il grandioso Palazzo Chigi ad Ariccia e le opere berniniane a Castel Gandolfo già meritano di per sè una visita.

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: