Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Terra di Bari

Bari, Italia
Google+

Con Terra di Bari gli Angioini e gli Aragonesi indicavano una delle tre circoscrizioni (le altre erano la Capitanata, a Nord, e la Terra Otranto, a Sud) in cui era divisa la regione. Dopo una visita ai monumenti romanici di Bari, passando per Modugno, si giunge a Bitetto, ricordata come sede vescovile dall’XI secolo fino al 1818. Il centro storico è uno dei meglio conservati della Terra di Bari; ha pianta circolare, è cinto da mura in parte trasformate in abitazioni durante l’età moderna. L’urbanistica medioevale è esaltata nel dedalo di viuzze che si intersecano all’interno della cerchia muraria. La Cattedrale dedicata a San Michele conserva una pregevole facciata di gusto tardoromanico. A Bitonto, municipio romano attraversato dalla via Traiana Butuntum, si può ammirare un centro storico dal nucleo medioevale dove trovano felice sistemazione alcune costruzioni rinascimentali e barocche. La cattedrale di Bitonto è uno degli esempi più nobili dell’architettura religiosa del medioevo pugliese. Il territorio circostante è intensamente coltivato ad oliveti: Bitonto è tra i maggiori centri italiani produttori d’olio di oliva. Proseguendo per Terlizzi dove la floricoltura e la produzione di ceramiche sono le principali attività economiche si arriva a Ruvo, che ha una delle più belle e celebri cattedrali romaniche pugliesi. Corato è un importante comune agricolo che possiede un interessante centro antico di fondazione medioevale pur essendo probabilmente di origine romana. All’interno del borgo di pianta circolare con strade che si distribuiscono a raggiera, è possibile visitare la Chiesa Matrice edificata tra l’XI e il XIII secolo ma più volte manomessa e l’interessante chiesetta di San Vito uno tra i migliori esempi di chiese ad aula con volta a botte e cupoletta centrale. Raggiungendo l’Adriatico a Trani, si segue la costa verso SE, e si arriva al nucleo medioevale di Bisceglie, il cui nome deriva da un tipo di quercia selvatica che cresceva nella zona (il “Viscile”). Il centro storico di Bisceglie conserva numerose testimonianze architettoniche per lo più medioevali: i resti del Castello, la Cattedrale, la Chiesa di Santa Margherita e quella di Sant’Adoeno. La cittadina, in bella posizione sul mare, possiede un attrezzato porto peschereccio. Bisceglie è giustamente ricordata in tutti gli itinerari archeologici della regione in quanto il suo agro conserva numerosi esempi di una singolare forma di architettura funeraria di età preclassica: sono i dolmen, costruzioni megalitiche costituite da un corridoio o dromos di accesso e da una cella formata da grosse lastre di pietra poggianti sulla roccia viva. Il più importante dolmen è sulla strada per Corato, in località Chianca; un altro, noto col nome di Tavola dei Paladini è in contrada Cimadomo. Altri due si trovano lungo la strada che congiunge Bisceglie a Ruvo. Per completare la conoscenza preistorica di questa terra è opportuno visitare il Museo Civico Archeologico con la bella collezione malacologica e i tanti reperti paleolitici, neolitici e dell’età del bronzo, trovati nelle numerose stazioni preistoriche dei dintorni. Seguendo sempre la costa verso SE si arriva a Molfetta, il maggior centro peschereccio del basso Adriatico, chiamata nei primi secoli del medioevo Melphi. All’estremità della città vecchia, in riva al mare, sorge il Duomo vecchio dedicato a San Corrado di Baviera patrono della città. Da Giovinazzo, dove alta sul mare si eleva la Cattedrale del XII secolo, si rientra a Bari.

Info

| 080.9971048 Molfetta - 080.8768084 Bisceglie

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: