Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Pasqua alla Scoperta dell’Isola di Capraia - L’Isola più selvaggia e Naturale delle Isole Toscane

Isola di Capraia Agenzia Viaggi Parco. Via Carlo Alberto, 42, Italia
Google+

“Capraia l'isola di cui ti innamori: non ci sono vie di mezzo per descrivere le sensazioni che suscita quest'isola. Se non ti piace, ci rimani il tempo necessario per fare un bagno nell'acqua cristallina, pranzare in un ottimo ristorante e poi te ne vai, magari contrariato per non aver trovato la classica viuzza con tante bancarelle colorate piene di articoli in bella mostra. Se, invece, ti piace, dopo due minuti che sei sbarcato sull'isola, il piacere si trasforma in amore, ed è amore vero, quello che ti fa rimanere in questo paradiso. Se guardiamo la cartina dell'Italia, Capraia, sembra quasi non esistere tanto è piccolo il puntino disegnato: ma questa perla del nostro mare esiste eccome. Mare incontaminato, natura selvaggia, pochi ma completi ed efficienti servizi fanno di quest'isola un posto veramente incantevole e sicuramente molto particolare. Per chi è abituato a vivere in una grande e caotica città, sbarcare a Capraia significa fare letteralmente un salto indietro nel tempo: si passa in poche ore dallo stress al rilassamento totale, sia del fisico che della mente; un amante della natura o del mare rimane come folgorato dalla sua bellezza e difficilmente potrà dimenticare questo piccolo paradiso.”
http://www.islepark.it/

PROGRAMMA
Sabato 19 Aprile 2014:
Arrivo a Livorno e sistemazione in Albergo, visita della città.
Sviluppatasi dalla seconda metà del XVI secolo per volontà dei Medici prima e dei Lorena in seguito, Livorno fu importante porto franco frequentato da numerosi mercanti stranieri, sede di consolati e compagnie di navigazione. Sin dalla fine del Cinquecento, i caratteri di città multietnica e multiculturale per eccellenza, dei quali, caso pressoché unico in Italia, sopravvivono importanti vestigia, quali chiese e cimiteri nazionali, palazzi, ville e opere di pubblica utilità legate ai nomi delle importanti comunità straniere… Pranzo e Cena al Sacco.

Domenica 20 Aprile 2014:
Partenza con il traghetto per l’isola di Capraia e sistemazione in appartamento.Il Traghetto parte alle ore 8:30 e impiega circa tre ore, il resto della giornata ci rilasseremo a spasso per il borgo. Colazione, Pranzo e Cena al Sacco.

Lunedì 21 Aprile 2014:
Escursione: Laghetto - Monte le Penne - Lunghezza: 12 km – Dislivello 500 metri
Un bellissimo itinerario ad anello che ci permetterà di attraversare una macchia mediterranea ancora completamente integra e selvaggia e che offre scorci panoramici di indiscussa bellezza. Attraversato il muro che "simbolicamente" definiva la zona del carcere.
Lungo la vecchia mulattiera attraverso un tunnel nella macchia ad Erica e Corbezzolo si arriva alla sella dell'Acciattore con piante di Asfodelo, Rosmarino ed interessanti endemismi sardo-corsi. Improvvisamente si apre il panorama del piccolo Laghetto: l'unico invaso naturale dell'Arcipelago che in primavera si ricopre di bianchi fiori di Ranuncolo acquatico.
Un piccolo sentiero in costa conduce fino al Monte Le Penne: una finestra aperta sulle altre isole e sulla Corsica. Siamo a 420 mt a picco sul mare. Prima dello sperone roccioso delle Penne si apre un piccolo tracciato che dalla costa di ponente va verso nord: la parte dell'isola che per 100 anni ha ospitato la Colonia Penale Agricola.
Colazione, Pranzo e Cena al Sacco.

Martedì 22 Aprile 2014:
Giro dell’Isola in Barca
Navigando intorno all’isola di Capraia per scoprire che ogni grotta e ogni cala è diversa e unica, in ogni caletta o anfratto c’è lo scoglio o il particolare che fa meritare il titolo “del punto più bello”, per sorprendersi della molteplicità dei colori delle rocce e delle scogliere e per godere di un mare talvolta difficile ma sicuramente autentico e che si offre a chi sa “sentire”.
Colazione, Pranzo e Cena al Sacco.

Mercoledì 23 Aprile 2014:
Escursione: Monte Arpagna - Punta del Trattoio: 13 km – Dislivello 600 metri;
L’antica mulattiera in pietra ci conduce all’ "Alloggio del Capo ", ormai ridotto ad un mucchio di macerie, ed all’ "Alloggio dei Marinai", entrambi ex edifici ad uso militare. Davanti al sentiero appare subito la costruzione in ferro del "Semaforo ", sulla cima del Monte Arpagna un tempo utilizzato come punto di avvistamento dalla Marina Militare. Dall'Arpagna il panorama è splendido: la massiccia mole della Torre dello Zenobito (1545) costruita interamente con materiale lavico della Piana omonima, la sagoma del Monte Capanne dell'Isola d'Elba. Una "galleria" di macchia alta porta al faro del Trattoio, dove è possibile osservare la selvaggia costa occidentale, l'Isolotto della Peraiola e le grotte della Cala del Vetriolo.
Colazione, Pranzo e Cena al Sacco.

Giovedì 24 Aprile 2014:
Giornata di Relax e discese al mare che si raggiungono a Piedi dal Paese:
Il sentiero per Porto Vecchio, La Grotta, Cala dello Zurletto, Cala San Francesco, La Torretta del Bagno con i fiori di Aprile.
Colazione, Pranzo e Cena al Sacco.

Venerdì 25 Aprile 2014:
Escursione: Monte Arpagna - Punta del Trattoio: 10 km – Dislivello 200 metri;
Una strada a tornanti, panoramica sulla baia del porto e sul paese, conduce nell’area nord dell’Isola, occupata fino al 1986 dalla Colonia Penale; si attraversano le varie "diramazioni": "l’Aghiale " con le celle, la mensa e gli alloggi per le guardie carcerarie, la stalla , l’Ovile , gli Orti Grandi: una vallata interamente terrazzata con monumentali e secolari muri a secco. Gli scenari che si aprono ai visitatori, oltre ad essere suggestivi dal punto di vista paesaggistico e ricchi di spunti per interessanti osservazioni naturalistiche sono impregnati da un’aria di mistero e di solitudine che i silenzi e le costruzioni, ormai abbandonate, evocano. Dall'ultima affascinante "diramazione" del carcere, chiamata la Mortola si diparte un sentiero che porta alla punta del Dattero. Dalla scogliera a picco sul mare si vede la Corsica, i Gabbiani in volo, i cespugli del rosmarino selvativo e a volte i mufloni. Colazione, Pranzo e Cena al Sacco.

Sabato 26 Aprile 2014:
Giornata dedicata al rientro dopo una splendida avventura che creerà in noi tante storie da raccontare,
Colazione e pranzo al Sacco.

QUOTA PARTECIPAZIONE: 300 €
Quota Escursione 50 € - Min.\Max. 10 Partecipanti
La quota comprende: 1 pernottamento a Livorno, 6 pernottamenti presso gli appartamenti di seguito descritti e l’escursione in barca. Possibilità di colazione Bar del Paese a partire da 2,50 euro. Possibilità di cene in ristoranti con menù a base di pesce da 25 a 40 euro.

APPUNTAMENTI TRASPORTI
Appuntamento alle ore 13:00 di Sabato 19 Aprile alla Stazione dei Treni di Livorno con i biglietti del Traghetto già acquistati http://www.toremar.it/:
Andata Domenica 20 Aprile alle ore 8:30 – Ritorno Sabato 26 Aprile alle ore 11:45.

Consigliati i seguenti treni da Roma:
Andata: Roma Ostiense 10:07 -> 12:43 Livorno Centrale - Intercity 510
Ritorno: Livorno Centrale 17:29 -> 20:03 Roma Termini - FrecciaBianca 9777

Per la partecipazione è obbligatorio avere la tessera Federtrek in corso di validità.

Note varie
Il programma delle escursioni può subire delle modifiche dovute alla situazione meteorologica o ad altri eventi imprevedibili.

Non dimenticate di portare
Giacca a vento impermeabile, Borraccia, Comodo pantalone, Scarponi da Trekking, Zaino giornaliero da 30 - 40 litri, tutto ciò che è necessario per le colazioni, pranzi e cene a sacco, biancheria da Bagno.

PRENOTAZIONI:
AV Giovanni Simone, 349 8097889, giovanni_simone@hotmail.com;
AEV Gelsa Comodi, 338 1333380,
gelsacomodi@libero.it.

Gli appartamenti …

Francesca A: si trova nella parte alta del paese tra il Saracino e il Castello. Qui le strade si fanno strette, tortuose e articolate da scale e scalette, a testimonianza degli anni della pirateria. Ci si accede quindi rigorosamente a piedi. Nelle vicinanze due accessi al mare: “Il Bagno”, sotto il Castello e Cala San Francesco. La casa è al secondo piano, dalle finestre si vedono i giardini sottostanti e in lontananza il mare e la Torre del Porto. Comoda e spaziosa è costituita da un ampio soggiorno, cucinotto, una camera matrimoniale, una camera con due letti singoli e bagno con doccia.

Francesca B: Stesso complesso di Francesca A La casa è al primo piano e dalle finestre si vedono i giardini circostanti. Comoda e spaziosa è costituita da un ampio e luminoso soggiorno con due letti singoli, cucina, camera matrimoniale, bagno completo con doccia.

Michelangela 4: in uno dei "carugghi" del Paese, vicino all'unico Forno dell'isola, nel "cuore" del borgo. La zona è caratterizzata dai molti giardini privati recitanti con i tipici e preziosi muri a secco che in primavera e in estate si ricoprono delle variopintefioriture di glicine, gelsomini e bouganvillee.
L'appartamento si trova al primo piano di una palazzina ristrutturata negli anni'70 e che pertanto presenta tutti i vantaggi delle prime casa vacanza: ampio soggiorno, cucina spaziosa e due distinte camere matrimoniali. Particolarità di questa casa è il pavimento blu: il colore del mare che in lontananza si ammira dalle finestre del soggiorno.

Veniteci a trovare
dal 19 al 26 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: