Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mercatino di Natale + Spettacolo Teatrale "Acalcinci"

Ohibò Kasba Milano, Italia
Google+

Domenica 14 Dicembre l'Arci Ohibò vi invita ad una giornata ricca di sorprese!
Dalle ore 14
il Mercatino di Natale Alter-Nativo con bancarelle di artisti e artigiani che proporranno idee regalo particolari.
Ingresso gratuito con tessera Arci

Dalle 18.30 Ape Retrò con musica swing dal vivo

Alle ore 2.30
ZANTAKLEZMERBEND
&
REPLICANTE teatro
suonano e “contano”
ACALCINCI
che in “bislacco antico” significa
SCOMPARSI

Mauro Chabloz: clarinetto
Andrea Costamagna: fisarmonica
Luca Gambertoglio: contrabbasso
Marco Giovinazzo: percussioni
Remy Vayr Piova: trombone
Andrea Damarco: parole
Luca Minieri: suono

Si tratta di un concerto spettacolo suonato e narrato, con grande brio, da cinque musicisti e un attore.
Storie, dalla tradizione Yiddish, suonate come quando una volta la gente stava bene insieme, immerse tra le sonorità, a tratti scoppiettanti e a tratti malinconiche, del Klezmer…
Ah, ci sono sei uomini in scena scena!
E un’ombra…
E sono tutti a lume di lampione…

luce, il metallo: è un uomo allegro che distilla tristezze nell’alambicco d’ottone. E quando la tristezza gira, diventa allegria… Credetegli.
Infine, c’è l’uomo che parla. E’ un uomo che ha molte cose da dire, quello… Non agli altri, ma a se stesso. E’ un uomo che si imbroglia, per questo ha scelto le parole: sono bugiarde. Ma solo per disperazione…
Insieme, vanno in giro per il mondo, loro… A volte si fermano, si siedono: suonano, bevono, e raccontano storie… Loro credono che la verità stia nascosta nelle storie. Oh, non quelle che stanno scritte nei libri, ma quelle aggrappate ai ricordi, alle idee.
Le idee girano dentro la testa… girano: come a volte le storie.
Ma, forse, di tutto quello che dicono e diranno, a parte la Shoah, non è vero niente perché, quando musica e teatro si trovano e cominciano a giocare, tutto ciò che accade è che le storie cominciano a girare e…
allora, tra il falso e il vero, ci si accorge che ci sta la stessa differenza che può esserci tra un uomo e la sua ombra: serve molta luce per notarla.
Ecco perché, certe storie, loro preferiscono suonarle e raccontarle la sera.

Veniteci a trovare
il 14 dicembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: