Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

KOBANE CALLING_9 dicembre

ANGELO MAI viale delle Terme di Caracalla 55/a, Rione XXI San Saba, Roma, Italia
Google+

KOBANE CALLING - 9 dicembre @ Angelo Mai Roma
serata di solidarietà con la resistenza kurda in Rojava

Iniziativa promossa da Progetto diritti onlus, Angelo mai e csoa La Strada

Ore 18 - "Per una soluzione politica della questione Kurda"

Dibattito coordinato da Progetto diritti onlus con:

Arturo Salerni, Difensore di Abdullah Ocalan

Yilmaz Orkan, Portavoce UIKI ufficio informazione del Kurdistan in Italia

Giuseppe De Cristofaro, Commissione esteri Senato della Repubblica

Luigi Manconi, Presidente Commissione diritti umani Senato della Repubblica

Fausto Raciti, Commissione esteri Camera dei deputati

Gianluca Peciola, Consigliere Assemblea capitolina di Roma

Amedeo Ciaccheri, Consigliere Municipio Roma VIII

con la partecipazione di Staffetta romana per Kobane

A seguire cena curda e interventi artistici di Ascanio Celestini, Pino Marino (con Andrea Pesce e Cristiano De Fabritiis), Riccardo Sinigallia.

Da mesi nella città di Kobanê i combattenti curdi resistonoall’avanzata dell'ISIS, mentre la Turchia ha chiuso il confine con la Siria, all’altezza della città di Suruc, per impedire l’apertura di corridoi umanitari.

La lotta dei guerriglieri curdi non è solamente l’opposizione all’integralismo religioso e la difesa del pluralismo etnico-culturale, ma è un esperimento importante di autogoverno.

Kobane, infatti, è insieme a Cizre ed Afrin - nel Kurdistan siriano - uno dei tre cantoni che dal 2012 hanno dato attuazione a una esperienza di democrazia diretta e partecipata approvando una Costituzione, la Carta di Rojava, che "nel rispetto del principio di uguaglianza e nella ricerca di un equilibrio ecologico, proclama un nuovo contratto sociale, basato sulla reciproca comprensione e la pacifica convivenza fra tutti gli strati della società, nel rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, riaffermando il principio di autodeterminazione dei popoli" ed afferma l’importanza dell’emancipazione femminile, dei beni comuni, della laicità.

La vicenda di Kobane è interna alla irrisolta questione kurda, popolo perseguitato e diviso tra i confini di Siria, Iran, Turchia ed Iraq.

Per non lasciare sola Kobane, l’associazione Progetto Diritti, il CSOA La Strada e l’Angelo Mai vi invitano a una serata di solidarietà con la lotta del popolo kurdo e contro l’assedio del Rojava.

La serata sarà aperta da un dibattito sulla situazione nella regione cui sono invitate le forze politiche, i gruppi parlamentari e i rappresentanti del movimento curdo, per costruire percorsi finalizzati ad una soluzione politica della questione Kurda che veda la partecipazione di tutti i protagonisti presenti nell’area. A seguire cena curda e interventi artistici di Ascanio Celestini e Pino Marino (con Andrea Pesce e Cristiano De Fabritiis).

Per adesioni: kobane.calling.roma@gmail.com

Veniteci a trovare
il 9 dicembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: