Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

LEITMOTIV

via Tunisi 16, Roma, Italia
Google+

"Leitmotiv" è un tema musicale ricorrente, spesso associato ad un personaggio o ad un sentimento. Cosa accadrebbe se le nostre mattine fossero sempre le stesse? La pietanza ordinata sempre uguale, l’unica disponibile, le vie attraversate circoscritte in un unico percorso? E una messa in scena che si ripete da centinaia di anni? I personaggi del Mercante di Venezia, Antonio, Porzia, Shylock e Bassanio, sono costretti a provare in eterno le medesime emozioni, a sorridere e al contempo spendere le proprie lacrime per ben noti motivi! Come figurette di una sfera natalizia, vedranno sempre la stessa neve cadere giù e mai disciogliersi al sole.

Un testo, questo di Shakespeare, in cui si scorge, qui più che in altri, la consapevolezza che i personaggi hanno un destino, come attori che abbiano studiato con dovizia la propria parte, diventando spettatori della loro stessa storia. Un testo dove tutto è poco credibile, quasi finto, ha ispirato uno spettacolo dove non si cerca di nascondere la finzione, ma di mostrarla in tutto il suo dramma, rendendo i personaggi pregni delle loro essenze, tesi, come bambole che parlano e agiscono in una Venezia e Belmonte da cartolina. Se mai ci fosse un vero processo ed una vera condanna in questa storia, ci piace rintracciarla in un leitmotiv, che si ripete, sempre identico, immoto, mentre in questi avvenimenti circoscritti dall’eternità , balza fuori inaspettata una scintilla, un sospiro, la consapevolezza delle infinite possibilità di un mondo che non sia fatto solo di carta. Antonio, chissà, avrebbe potuto interpretare la parte di Romeo e Bassanio sarebbe probabilmente scappato con Porzia in Tailandia. Nessuna scelta è una vera scelta, in un mondo dove non è concessa un'alternativa. E allora i nostri personaggi, amati e odiati dal pubblico si rendono improvvisamente conto di fingere non solo con sé stessi ma perfino con coloro che tante volte li hanno applauditi. Quattro bambole impotenti, isolate eppure meravigliosamente in attesa di una sospiratissima nevicata…

Veniteci a trovare
dal 8 al 11 gennaio 2015

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: