Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

FRIULI DECONTAMINATO DAGLI O.G.M.

Friuli-Venezia Giulia, Italy Beit Jann, Israele
Google+

DOVE SON FINITI GLI O.G.M.?
CHIEDIAMOLO ALLA GOVERNATRICE
ED ALLA COMMISSIONE EUROPEA
2 PETIZIONI


1 PETIZIONE
Indirizzare a:


ufficio.stampa@certregione.fvg.it; presidente@regione.fvg.it; urp@mpaaf.gov.it;marcotiberti@europeanconsumers.it; aiab.fvg@aiab.it
c/c
cronaca@ilmessaggero.it; redazione@messaggeroveneto.it;
redazione@porto.it

oggetto. Notizia campi ogm da bonificare

Al
Ministero Politiche agricole e forestali
Alla Governatrice del Friuli,
Regione FVG

La presente per chiederVi, in virtù delle Vostre attribuzioni istituzionali, la piena applicazione del D.Interministeriale 12 luglio 2013 che vieta nel territorio nazionale la coltivazione di varietà di mais geneticamente modificato MON810 (pubblicato su Gazzetta Ufficiale n. 187 del 10/08/2013 ).

Sappiamo che la legge ci tutela dal pericolo della diffusione degli o.g.m. ma sappiamo anche che, in 'barba' alla legge, alcune colture di tali ogm sono state prodotte nella Regione in indirizzo ( http://www.sivempveneto.it/vedi-tutte/17722-in-friuli-la-prima-trebbiatura-del-mais-ogm-in-italia-lle-spighe-ai-ministrir-serracchiani-non-posso-impedirglielo ) ;
sappiamo che avete espresso posizione contraria alla diffusione degli organismi geneticamente modificati (http://www.presidente.regione.fvg.it/redazione/Reposit/RassegnaStampa/lagovernatricescaricasulgovernotoccaaroma.pdf). .

Siamo dunque sconcertati che a tuttoggi non vi sia notizia di una bonifica dei campi OGM in Friuli Venezia Giulia

nome e cognome
(si firma col vostro nome oppure

Coordinamento online metodi alternativi)



2 PETIZIONE
Altra petizione, stavolta alla Commissione europea, che decide sull'autorizzazione al mais OGM ,




INDIRIZZARE A:
Paolo.SARACA-VOLPINI@ec.europa.eu; Sara.TIRONI@ec.europa.eu;
Michael.MANN@eeas.europa.eu; mina.andreeva@ec.europa.eu ;
Natasha.Bertaud@ec.europa.eu ;CAB-SEFCOVIC@ec.europa.eu;
Antonio.Gravili@ec.europa.eu ;janez.potocnik@ec.europa.eu

Dear EU Commissioners,

Facts on the EU approval for the use of Pioneer 1507 maize are very clear.

On January 16 2014, the EU Parliament voted against approval of the above mentioned maize variety with 385 votes, whereas 201 were in favour and 30 abstained.

On Ferbuary 11 2014, the EU Council expressed an even more clear and sharp voice against the approval of this Pioneer 1507: 19 out of 28 States, including Italy, have voted against it,while those in favour were only 5 countries out of 28 and 4 abstained. In terms of weighted votes, the result is similar: 209 Votes out of 352 opposed to the approval while only 78 out of 352 were favourable.

It couldn't be clearer that the only decision the EU Commission should take is TO NOT APPROVE PIONEER MAIZE 1507

A hugely detrimental drift between the EU Commission on the one hand and the Parliament and the Council on the other, which would immediately raise the question of having to lift Commissioners form their present tasks.

Approval of maize 1507 would also overrule the Spirit of EU law that in seeking qualified majorities, always aims to achieve the highest consensus.
For this very same reason the EU Commission may not take decisions in accordance with the will of a small minority.

The undersigned organizations call on the Commissioners NOT TO APPROVE the cultivation of Maize 1507 in EU28.

Best regards,





Eventualmente si può inviare ad ulteriori parlamentari, che abbiamo diviso in gruppi per facilitare l'invio, come da altro elenco qui di seguito

Altro gruppo di parlamentari

UNA FIRMA PER SMASCHERARE L'IMBROGLIO DELL'OGM

CAB-PIEBALGS-ARCHIVES@ec.europa.eu; heleen.averink@ec.europa.eu ;
laila.bernere@ec.europa.eu ;Michel.Barnier@ec.europa.eu ;
chantal.hughes@ec.europa.eu ;Karel.DE-GUCHT@ec.europa.eu;
John.Clancy@ec.europa.eu; Helene.Banner@ec.europa.eu ;
CAB-GEOGHEGAN-QUINN-CONTACT@ec.europa.eu ;
michael.jennings@ec.europa.eu ;
CAB-LEWANDOWSKI-WEBPAGE@ec.europa.eu ;
agnieszka.drzewoska@ec.europa.eu ;
Amparo.Roca.Zamora@ec.europa.eu;
Androulla.PAPADOPOULOU@ec.europa.eu

L'elenco prosegue in questo articolo che vi segnaliamo:

http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/02/emergenza-ogm-commissione-ue-approva-la.html


INFO
L'articolo sottostante espone altri dettagli e informazioni nonchè aggiunge altri destinatari, oltre che fornire il testo in lingua italiana per chi lo preferisse

http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/02/emergenza-ogm-commissione-ue-approva-la.html


Come si fa una petizione all'U.E.

http://www.europarl.europa.eu/aboutparliament/it/00533cec74/Petitions.html







MAIL GIA' INVIATE PRECEDENTEMENTE

Per chi fosse interessato a conoscere anche le iniziative precedenti, alleghiamo la precedente corrispondenza

Appello al Ministero dell'Ambiente, Agricoltura e foreste e alla Regione FVG per la decontaminazione del Friuli dagli OGM: inviare a
urp@mpaaf.gov.it; pnm-udg@minambiente; dgprotezione.natura@pec.minambiente.it; URP@minambiente.it; dgsalvaguardia.ambientale@pec.minambiente.it; capogabinetto.segr@mpaaf.gov.it; urp@mpaaf.gov.it; regione.friuliveneziagiulia@certregione.fvg.it;

c/c
info@legambientefvg.it; info.it@greenpeace.org; cittadinoattivo@wwf.it; lac@abolizionecaccia.it; faitrieste@tiscalinet.it; studiomansi@iol.it;trieste@greenpeace.it; italianostrats@yahoo.it; ggiacomich@hotmail.com

ccn:
cronaca@ilmessaggero.it; redazione@messaggeroveneto.it;
redazione@porto.it

oggetto. Notizia campi ogm da bonificare

Gentili Onorevoli, cari rappresentanti delle associazioni ambientaliste, egregi giornalisti

come cittadini italiani siamo lieti che codesto Governo abbia vietato la produzione di OGM sull'intero territorio nazionale, ma siamo altresì preoccupati che tale divieto non preveda a tuttoggi adeguate misure di prevenzione e di dissuasione che evitino la temuta contaminazione delle sementi sul suolo nazionale.
Benché rassicurati dal Decreto Interministeriale 12 luglio 2013 -che vieta nel territorio nazionale la coltivazione di varietà di mais geneticamente modificato MON810- su Gazzetta Ufficiale n. 187 del 10/08/2013 , Vi chiediamo: può essere consentito che coltivazioni (anche eventualmente attivate prima del decreto citato ) continuino a essere presenti sul suolo italiano, in spregio della suddetta normativa?
Inoltre: essendo uniforme l'orientamento di entrambi i Ministeri competenti , com'è possibile che a tuttoggi una Regione non sia allineata alle altre nell'applicazione della norma ?


Vincenzo Vizioli, presidente di AIAB ha recentemente dichiarato: "Aiab a tutela della salute del territorio e dei consumatori ha proposto azioni dimostrative concrete e il presidio dei campi per fermare la trebbiatura, fino a che non intervengano atti concreti da parte delle amministrazioni. E' inaudito che una violazione di un decreto interministeriale non venga fermata e che, oltre la contaminazione, si permetta un ulteriore danno, ovvero quello di affermare che grazie alle lobby e ai potentati le leggi si aggirano. E' altresì grave che la Regione FVG affermi in un atto che la semina degli OGM sia libera".
Illustri esponenti istituzionali levano la loro protesta per il permanere di una situazione di grave indeterminatezza e rischio per la salute
In quanto cittadini, siamo interessati a conoscere le misure che il Governo adotterà per tutelare la salute di chiunque e la biodiversità.
I nostri figli non meritano di ereditare le scelte sbagliate in tema di qualità della vita e di alimentazione così come il nostro Paese non merita di perdere l’originalità delle sue produzioni e la qualità dei generi alimentari che l’hanno reso caratteristico nella cucina tradizionale locale.
Alle Associazioni eco ambientaliste in indirizzo chiediamo di farsi promotrici di un adeguata iniziativa a sostegno delle istanze ecologiche provenienti dal paese; alla stampa di dare alla vicenda il risalto che merita
Rispettosamente
nome
(oppure Coordinamento online metodi alternativi)



PRECEDENTI EMAIL INVIATE:
Alla c.a. .....
Ministero Politiche agricole e forestali

mi riferisco alla Sua cortese risposta in merito alla nostra email sulla contaminazione OGM nella regione Friuli.
Come da Lei confermato, riceviamo la rassicurante notizia che la legge ha stabilito di vietare la coltivazione di organismi geneticamente modificati nel territorio nazionale (Decreto Interministeriale 12 luglio 2013 -che vieta nel territorio nazionale la coltivazione di varietà di mais geneticamente modificato MON810- su Gazzetta Ufficiale n. 187 del 10/08/2013 ).
Tuttavia il senso della nostra istanza é proprio questo: può essere consentito che coltivazioni (anche presumibilmente attivate prima del decreto citato ) continuino a essere presenti sul suolo italiano, in spregio della suddetta normativa?
Inoltre: essendo chiaro l'orientamento ministeriale di grande cautela sulla questione, come mai non é stato decretato altresì il bando dell'introduzione delle sementi modificate su tutto il territorio nazionale?
In quanto cittadino, sono interessato a conoscere le misure che il Governo adotterà per tutelare la salute di chiunque e la biodiversità.
I nostri figli non meritano di ereditare le scelte sbagliate in tema di qualità della vita e di alimentazione così come il nostro Paese non merita di perdere l’originalità delle sue produzioni e la qualità dei generi alimentari che l’hanno reso caratteristico nella cucina tradizionale locale.
Sarei ben lieto di apprendere nei giorni a venire che il Governo ha tutelato questi Beni Preziosi, nel Friuli così come in ogni altra Terra dello Stato Italiano.
Rispettosamente
nome
(oppure Coordinamento online metodi alternativi)








La risposta del Ministero:


Gentile Sig........

in relazione alla email sottostante, comunico che sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 10/08/2013 è stato pubblicato il Decreto Interministeriale 12 luglio 2013 che vieta nel territorio nazionale la coltivazione di varietà di mais geneticamente modificato MON810.

Cordiali saluti

............


La sequenza dello scandalo:
http://tuttacronaca.wordpress.com/2013/10/11/ogm-vietato-in-italia-ma-domani-sara-raccolto-sanzioni-nessuna/









La nostra lettera al Ministero:








Spettabile Ministero,
mi riferisco alle notizie di stampa relative alla contaminazione OGM nella regione Friuli.
In quanto cittadino, sono interessato a conoscere le misure che il Governo adotterà per tutelare la salute di chiunque e la biodiversità.
I nostri figli non meritano di ereditare le scelte sbagliate in tema di qualità della vita e di alimentazione così come il nostro Paese non merita di perdere l’originalità delle sue produzioni e la qualità dei generi alimentari che l’hanno reso caratteristico nella cucina tradizionale locale.
Sarei ben lieto di apprendere nei giorni a venire che il Governo ha tutelato questi Beni Preziosi, nel Friuli così come in ogni altra Terra dello Stato Italiano.



In fede
nome



Sostegno a Terra Nuova e agli agricoltori puliti (articolo qui:
http://www.aamterranuova.it/Agricoltura-bio/Campi-ogm-appello-ai-parlamentari#.UhhVAwr8daw.facebook)
Terminata la email si può accedere velocemente al link fornito da AAM Terranuova contenente gli indirizzi dei parlamentari : qui si può scegliere un referente a cui inviare il testo scritto, modificando solo l'intestazione da " Spettabile Ministero" a "Onorevole" , firmare, quindi se volete anche allegare a piacere un "file" che avrete trovato sull'argomento .


Scrivendo al parlamentare potremo avere piu' risposte :
gli indirizzi dei parlamentari forniti dal post di AAM-TERRANUOVA a questo link: http://www.camera.it/leg17/28


Per chi volesse allegare files alla lettera al parlamentare può scegliere tra un'infinità di documenti; noi qui ne proponiamo 3 che si possono allegare in formato pdf

http://www.uniurb.it/biotecnologie/didattica/documents/OGM.pdf


http://www.greenpeace.org/italy/Global/italy/report/2011/ogm/Report_glifosato.pdf


http://www.filosofiatv.org/downloads/189_OGM%20%20e%20agricoltore.pdf



Il testo di cui sopra é stato redatto in comune dagli amministratori dell'evento in tutta fretta; benvenuto ecologista che vuoi perfezionarlo, modificarlo od integrarlo ; se ti riconosci nel progetto antagonista agli ogm sei a pieno titolo aderente a questo evento

Veniteci a trovare
il 31 marzo 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: