Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il segreto di Mastro Titta

Teatro Cinema Principe di Palestrina Corso Pierluigi, 60 , Palestrina RM, Italia
Google+

Uno spettacolo comico che mette in scena la Roma di Rugantino e Gaetanaccio, una Roma di malaffare ma anche capace di grandi passioni, dove il confine fra la vita e la morte sembra non esistere se non attraverso una irrinunciabile battuta.

Nella Roma del 1823 di papa Pio VII, Battista Buratti, al secolo Mastro Titta, che si considera “l'ultimo anello della giustizia papale”, è un uomo molto temuto. Dotato di una notevole ironia, Battista conosce ogni sfaccettatura della vita nel senso che pratica anche la morte. Quella degli altri, si capisce. Battista è amico del marchese Prospero Ristori e di sua moglie Letizia ma, sopratutto, è amico del loro giovane figlio Cosimo, un ragazzo intelligente ma scapestrato che non studia quanto dovrebbe e che è legato a Battista dal senso dell'ironia. Il giovane nobile amoreggia con Benedetta Velami, figlia di Arnolfo Velami, il direttore generale delle finanze, uno degli uomini più potenti dello Stato Pontificio, il quale è fortemente contrario all'unione dei due ragazzi, in quanto ha promesso sua figlia in sposa ad un altro imprenditore. Per i due innamorati il matrimonio è quasi impossibile e la vicenda si complica quando Cosimo viene accusato di un omicidio che non ha commesso. Mastro Titta avrà un gran da fare per fronteggiare quell'aspetto grottesco ma reale della vita, quando l'imbroglio e le complicazioni apparentemente insolubili hanno la prevalenza sulla logica e il buon senso. Ma il lato comico dell'esistenza umana, necessario per la sopravvivenza del giustiziere indicherà a Mastro Titta la strada da percorrere.

Lo spettacolo ha nove personaggi e vive di diverse ambientazioni. I protagonisti principali sono Pippo Franco, nel ruolo di Mastro Titta e Gegia nel ruolo della convivente del giustiziere.



BIGLIETTO:

Platea: 15 Euro
Galleria: 12 Euro

Veniteci a trovare
il 26 aprile 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: