Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Napoleonica

Bard, Bard AO, Italia
Google+

Napoleonica, l’Armata di Riserva di Napoleone al Forte di Bard

Torna con un programma ancora più ricco, sabato 5 e domenica 6 settembre 2015, al Forte e nel Borgo di Bard, Napoleonica, la grande rievocazione storica del celebre passaggio di Napoleone Bonaparte con le sue truppe avvenuto nel maggio del 1800 nel corso della Seconda Campagna d’Italia. L’Armée de Réserve francese in discesa dal Gran San Bernardo invase all’epoca la Valle d’Aosta ponendo sotto assedio il Forte di Bard, che dopo due settimane capitolò ma con l’onore delle armi.

«Alla sua terza edizione Napoleonica è una scommessa vinta che offre un'ulteriore occasione per valorizzare il Borgo e il Forte di Bard coinvolgendo migliaia di persone con positive ricadute per il territorio - spiega il Presidente dell'Associazione Forte di Bard, Augusto Rollandin - Questa edizione, nell'anno delle celebrazioni legate al bicentenario di Waterloo, sarà particolarmente ricca con l’allestimento di ambienti d’epoca, scene di battaglia, parate militari che vedranno impegnati ben 300 figuranti, mai così numerosi, provenienti dall'Italia ma soprattutto dall'estero. Molti gruppi storici chiedono di poter partecipare e non tutte le richieste per motivi logistici possono essere evase. Questo crescente interesse è segno del peso che in soli due anni Napoleonica è riuscita a ritagliarsi nel panorama delle rievocazioni storiche in Europa».

«Napoleonica è diventata uno degli appuntamenti più seguiti tra quelli promossi dal Forte di Bard - evidenzia il Consigliere delegato del Forte di Bard, Gabriele Accornero - Un evento che richiede un'organizzazione complessa e per questo ringrazio in particolare i Comuni di Bard e di Hône e quelli vicini, per il supporto offerto sotto il profilo logistico. Un ringraziamento va rivolto anche a Cva che metterà a disposizione dell'evento 100 posti auto sul piazzale antistante la centrale idroelettrica di Bard lungo la Statale 26 che sarà anche collegata al Borgo attraverso un itinerario a piedi. Questo contribuirà a migliorare l'accessibilità, in aggiunta ai parcheggi periferici dislocati tra Arnad e Pont-Saint-Martin che saranno collegati con Bard da un servizio navetta gratuito».

Il programma

Il Borgo e il Forte di Bard ospiteranno rispettivamente l’accampamento francese e austro-piemontese con animazioni che coinvolgeranno direttamente il pubblico. Nella Piazza di Gola del Forte sarà allestito un mercatino a tema storico con oggettistica napoleonica (stampe d’epoca e cimeli originali, sartorie storiche, soldatinai, artigiani).

Sabato 5, alle ore 11.00, l'apertura solenne dell'evento, con l'alzabandiera, la parata militare in Piazza d'Armi e la coscrizione obbligatoria, ovvero la leva di massa che veniva effettuata in tempo di guerra.

Tra le rievocazioni più suggestive, la simulazione dell’attacco notturno al Forte, che si svolgerà nel Borgo sabato 5 settembre - con l’ausilio di sei pezzi di artiglieria pesanti (cannoni da 3 e 5 metri), truppe di fanteria, artiglieria, cavalleria, granatieri - gare di velocità per fucilieri e parate militari.

La Piazza di Gola della fortezza accoglierà il sabato sera, al termine dell’attacco notturno, il Gran Bal des citoyens; gli spettatori potranno assistere e partecipare a balli tradizionali, accompagnati dall’esibizione di suonatori di strumenti e musiche della tradizione franco-provenzale. La rievocazione proseguirà domenica 6 settembre con la riproposizione della battaglia finale, col raggruppamento delle truppe nella fortezza e la resa delle truppe austro-piemontesi all’attacco francese nella Piazza d’Armi., preceduta in mattinata da gare di abilità di fucilieri.

Le novità

Negli spazi di Casa Challant verrà allestita una mostra di cimeli napoleonici dove verranno esposti reperti di scavo e da collezione messi a disposizione da appassionati; all'interno di Casa Ciuca troverà spazio la Taverna storica, calata nella tipica atmosfera ottocentesca. Per la prima volta l'evento coinvolgerà per la prima volta anche il vicino centro abitato di Hône. L'area della Rencontre (in località Raffor, nei pressi del municipio) ospiterà sabato 5 alle 15.30 e domenica 6, alle ore 11, la Corsa delle Teste, una simulazione di come venivano addestrate un tempo le truppe di cavalleria. Alcuni cavalieri effettueranno le dimostrazioni regalando momenti di grande spettacolarità.

Altra novità è rappresentata dalla presentazione del Telegrafo di Chappe: domenica 6, alle 11.30, si terrà una dimostrazione pratica di come venivano codificate e trasmesse le informazioni in epoca napoleonica. La prova metterà in collegamento il Forte con l'area antistante la stazione ferroviaria di Hône -Bard.

E ancora, sabato, alle 15.00, anche un'iniziativa di promozione dell'escursionismo storico, con un itinerario guidato sulle orme delle truppe napoleoniche, da Bard Ad Albard alla scoperta di un avamposto militare.

Due giornate dense di iniziative che offriranno al pubblico un’esperienza coinvolgente ed immersiva. Uomini e donne con abiti dell’epoca, cannoni, cavalli, tutto riporterà agli inizi del XIX secolo.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

Servizio navetta gratuito dai parcheggi segnalati compresi tra Pont-Saint-Martin e Arnad e nei Comuni di Bard e Hône.

IL PROGRAMMA DELLE DUE GIORNATE

Sabato 5 settembre

ore 10.00 Borgo e Forte

apertura al pubblico degli accampamenti e delle taverne

dalle ore 10.00 Piazza di Gola – Forte

Mercatino a tema storico con oggettistica napoleonica (stampe d’epoca e cimeli originali, sartorie storiche, soldatinai, artigiani)

Apertura mostra cimeli napoleonici (materiali da scavo) (Casa Challant, Borgo)

ore 11.00 parata militare, alzabanziera dei piemontesi Piazza d'Armi Forte

Salve di artiglieria francese (Curlet) e austriaca (Bastioni Forte)

11.30 Coscrizione obbligatoria - Piazza d'Armi

Escursionismo storico

Sulle orme dei soldati di Napoleone. Itinerario guidato da Bard ad Albard con visita a campo militare di appostamento) partenza: ore 15.00 (prenotazioni presso Infopoint Ingresso Borgo)

ore 15.00 Movimenti di truppe francesi da Bard a Hône

ore 15.30 Corsa delle teste (Area Rencontre - Hône)

. Rientro a Bard delle truppe e salve di artiglieria dal ponte medievale sulla Dora Baltea e dai Bastioni del Forte

dalle 17.00 Casa Challant

Déjeuner sur l’herbe: un quadro vivente della società civile dell'epoca, il tempo libero della borghesia, un momento di svago mondano

- Musiche storiche e itineranti a cura di Esprit Follet

- Piazza Cavour, Borgo

Dimostrazione medicina militare

ore 20.00 Piazza di Gola – Forte

Musiche storiche e danze franco-provenzali

ore 21.00 Dal Borgo verso il Forte

Tentativo di passaggio nel borgo e attacco notturno al Forte

Scontri nelle contrade del borgo, bombardamento e fucileria da e verso il Forte

ore 22.00 Forte. Piazza di Gola

Gran Bal des Citoyens

Balli tradizionali con il coinvolgimento degli spettatori, accompagnati dall’esibizione di suonatori di strumenti e musiche della tradizione franco-provenzali

ore 24.00 Coprifuoco

Domenica 6 settembre

ore 07.00

Sveglia al campo

ore 10.30 Borgo e Forte

Apertura al pubblico degli accampamenti e delle animazioni permanenti, sfilate in costume

Piazza di Gola - Forte

Mercatino a tema storico con oggettistica napoleonica

Apertura mostra cimeli napoleonici (materiali da scavo) (Casa Challant, Borgo)

ore 10.45 –Piazza d’Armi – Forte

Gare abilità per fucilieri

ore 11.00 Area Rencontre - Hône

Corsa delle teste

ore 11.30 Forte e Hône, stazione ferroviaria

Dimostrazione Telegrafo Chappe

ore 15.00 Dal Borgo al Forte

Attacco finale al Forte. Al termine raggruppamento delle truppe in fortezza, firma della resa delle truppe austro-piemontesi, ammainabandiera e alzabandiera francese

ore 17.00

Piazza d’Armi. Parata finale

Info

Associazione Forte di Bard

Tel. 0125 833811- info@fortedibard.it - www.fortedibard.it

La Storia

Napoleone Bonaparte

Il 19 maggio 1800 Napoleone si appresta a valicare le Alpi alla guida di un’armata di 32.000 uomini scelti fra l’esercito austro-piemontese attraverso il Gran San Bernardo mentre il generale Berthier, comandante in capo dell’Armata di Riserva francese porta il quartier generale delle truppe a Verrès, paese a 8 chilometri da Bard. Nel suo rapporto al Primo Console, Berthier non nasconde le sue preoccupazioni: “Sono arrivato stamane davanti al castello di Bard, che domina l’intera vallata della Dora Baltea, e rappresenta un ostacolo reale. E’ impossibile fare passare l’artiglieria”. Napoleone intanto, ospite all’interno dell’Ospizio del Gran San Bernardo, è convito che gli uomini di Berthier non ce la faranno a vincere l’ostacolo rappresentato dalla fortezza. E decide egli stesso di recarsi sul posto. Il 20 maggio, intanto, il comandante del Forte, rifiuta la resa chiesta dai francesi. Di lì la prima offensiva lanciata sul Borgo nella notte del 21 maggio, attaccato dai granatieri del generale Gobert. In poche ore la borgata è nelle mani dei francesi. Il 22 maggio giunge da Aosta Napoleone che, dopo un secondo rifiuto alla resa, decide di procedere nell’attacco. Il comportamento coraggioso della guarnigione di Bard non impedì all’armata di scendere verso la pianura piemontese ma ne ritardò sensibilmente la marcia. Il grosso dell’artiglieria dovette aspettare ben 16 giorni prima di riuscire ad avere ragione del Forte. Da parte francese, il fatto di aver raggiunto Ivrea senza artiglieria viene vissuto come un insuccesso. Poche settimane dopo, a seguito della battaglia di Marengo, Napoleone ordinò la demolizione totale del «vilain chateau» di Bard, insieme a quella di tutte le principali fortezze sabaude. La sua riedificazione fu disposta da Carlo Felice nel 1827 e affidata al capitano del Corpo Reale del Genio, Francesco Antonio Olivero, che già aveva lavorato ai forti di Exilles in Valle di Susa e dell’Esseillon di Modane, il quale portò a termine il progetto nel 1830. I lavori durarono solo otto anni, e l’attuale piazzaforte, fu consegnata a re Carlo Alberto il 30 luglio 1838.

Stendhal

Proprio al suo seguito, nell'Armée de Reserve guidata da Napoleone, c’era un altro celebre personaggio destinato a diventare molto noto nel mondo della letteratura:Henry Beyle, più noto sotto lo pseudonimo di Stendhal, che all'epoca aveva solo 17 anni. A distanza di trentasei anni, nel romanzo autobiografico "La vie de Henry Brulard" Stendhal ricorda i giorni avventurosi al seguito del condottiero francese, e descrive la battaglia che si svolse ai piedi del Forte, per lui un vero e proprio battesimo del fuoco. "... la cannonade de Bard faisait un tapage effrayant; c'était le sublime, un peu trop voisin pourtant du danger. L'ame, au lieu de jouir purement, était encore un peu occupé à se tenir... C'était pour la première fois que je trouvais cette sensation si renouvelée depuis: me trouver entre les colonnes d'une armée de Napoléon".

Veniteci a trovare
dal 5 al 6 settembre 2015

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: