Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Enfant prodige

Cinema Sarti via Scaletta 10, Faenza RA, Italia
Google+

Xavier Dolan è il nuovo volto del cinema canadese. Nato nel Québec e figlio dell’attore e cantante canadese Manuel Tadros, ha già cinque pellicole all’attivo. Il suo primo film a passare nelle sale italiane è stato il bellissimo Mommy, uscito il 4 dicembre 2014.

Il Cineclub il raggio verde è lieto di mostrare i suoi lavori precedenti, tutti inediti in Italia, in versione originale con i sottotitoli in italiano.

Nel 2009 ha realizzato il suo primo lungometraggio, J’ai tué ma mère (Ho ucciso mia madre), basato su una sceneggiatura scritta a diciassette anni che analizza il difficile rapporto tra un ragazzo omosessuale e sua madre. Il film, selezionato per la 41° edizione del Festival di Cannes, è stato elogiato dalla critica per la sua unicità, verità e violenza.

Nel 2010 è la volta de Les Amours Imaginaires (Heartbeats) nel quale sono indagate invece le dinamiche relazionali di due amici che sono innamorati della stessa persona.

Del 2012 è Lawrence Anyways, il suo terzo lungometraggio, un lavoro sicuramente più maturo non solo per il linguaggio, ma anche per le tematiche trattate, che assumono un respiro più universale e meno autobiografico. Il film segue la storia di Lawrence lungo dieci anni della sua vita, in seguito alla decisione di voler cambiare sesso. Prima di essere una storia sulla ricerca dell’identità sessuale è una storia sulla ricerca d’identità tout court e sul modo in cui cambiano i rapporti umani nel corso della vita di ciascuno e le difficoltà comunicative che ne seguono.

L’anno successivo viene girato Tom à la ferme, tratto da uno spettacolo teatrale di Michel Marc Bouchard. Nel film Tom si reca al funerale dell’amato Guillliame, scoprendo così che nessuno era a conoscenza della sua omosessualità ad eccezione del fratello, che gli impone violentemente il silenzio.

Veniteci a trovare
il 2 febbraio 2016

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: