Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Ramin Bahrami & Danilo Rea "In Bach?"

Teatro Morlacchi Piazza Morlacchi 17, Perugia, Perugia, Italia
Google+

RAMIN BAHRAMI E DANILO REA NELLA MUSICA DI BACH L'INCONTRO DI DUE MONDI

Con la musica di Bach si può costruire un ponte tra mondi ed epoche diverse ma conciliabili. Progetto affascinante quello condiviso da Ramin Bahrami, pianista classico famoso a livello mondiale proprio per la sua maniacale devozione alla musica del Kantor, e Danilo Rea, pianista jazz di cultura eclettica che fa dell'arte dell'improvvisatore la chiave che apre tutte le porte musicali. Il duo torna quest'anno a Umbria Jazz (teatro Morlacchi, 9 luglio round midnight) dove ha esordito la scorsa edizione in prima mondiale. Chi era allora al teatro Morlacchi poté vedere due gran coda Fazioli uno di fronte all'altro e due pianisti che tentavano una audace incursione in terre di confine tra jazz e musica classica. Il programma ha snocciolato brani meno conosciuti, che però occupano un posto fondamentale nello sviluppo della produzione bachiana, assieme ad altri famosissimi. Nel progetto dei due pianisti lettura e improvvisazione si incrociano in modo equilibrato, con la necessaria libertà ma senza snaturare lo spirito della musica di Bach. Pochi artisti come Bahrami e Rea avrebbero potuto legittimamente varare una impresa simile. Bahrami di Bach è un grande specialista (per la Decca ha inciso soltanto dischi con composizioni di Bach ed ha addirittura scritto un libro che si intitola "Come Bach mi ha salvato la vita"), e Rea ama fare incursioni nel repertorio classico: uno dei suoi progetti più riusciti, tante volte eseguito in concerto e registrato per Egea, si intitola "Lirico" e contiene pagine, ovviamente rivisitate, di Puccini, Mascagni, Bizet. Ed ecco che la fortunata partnership musicale Barhami- Rea si rinnova per il pubblico di Umbria Jazz con un altro capitolo ma con lo stesso spirito.

Veniteci a trovare
il 9 luglio 2016

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: