Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Premio Scenario 2016

Cantiere Campana presso Teatro della Tosse piazza renato negri 4, Molo, Genova, Italia
Google+

I sei spettacoli Premio Scenario presentati al Cantiere Campana, sono nati dai progetti della Generazione Scenario 2015 e del Premio Scenario Infanzia 2014.

L’Associazione Scenario è nata nel 1987, con lo scopo di promuovere e valorizzare nuove idee, progetti e visioni di teatro. In questo quadro si sono inserite le diverse attività dell’Associazione: convegni,incontri, seminari e presentazioni di progetti e spettacoli di nuova drammaturgia italiana. Il Premio Scenario e il Premio Ustica per il Teatro, rivolti a giovani di età inferiore ai 35 anni, non appartenenti a formazioni riconosciute o sovvenzionate, sono strettamente interconnessi e confluiscono entrambi nella Generazione Scenario. Il Teatro della Tosse è da qualche anno il presidio territoriale del Premio Scenario per la zona della Liguria e del Basso Piemonte.
I sei spettacoli compiuti, presentati al Cantiere Campana, sono nati dai progetti della Generazione Scenario 2015 e del Premio Scenario Infanzia 2014.

MAD IN EUROPE - vincitore del Premio Scenario 2015
uno spettacolo in lingua originale di Mad in Europe (Varese)
4 MAGGIO ORE 21.30

Una donna incinta impazzita. Al Parlamento europeo. Un tempo sapeva parlare molte lingue… ma ora riesce a formulare solo un “dialetto”internazionale, strano e informe.
Soprattutto non ricorda assolutamente più la sua lingua madre, la sua Muttersprache.
L’ha rifiutata e ora non la ricorda più. Di chi è la colpa? Dovrà andare molto indietro per cercare di uscire dalla nevrosi in cui è caduta. Rientrare in un’eredità scomoda: materna, religiosa, demodé, di cui pensava di essersi liberata. Resta da capire se troverà ancora qualcosa (se lo vorrà) o se è tutto smarrito per sempre.
testo Angela Dematté | collaborazione drammaturgica Rosanna Dematté | interprete Angela Dematté
scene e costumi Ilaria Ariemme | disegno luci e audio Marco Grisa |regia gruppo Mad in Europe


GIANNI - vincitore del Premio Scenario per Ustica 2015
ispirato alla voce di Gianni Pampanini
di e con Caroline Baglioni (Perugia)
3 MAGGIO ORE 21.30

Nel 2004, in una scatola di vecchi dischi, ho trovato tre cassette. Tre cassette dove Gianni ha inciso la sua voce, gridato i suoi desideri,cantato la sua gioia, espresso la sua tristezza. Per dieci anni le ho ascoltate riflettendo su quale strano destino ci aveva uniti. Un anno prima della mia nascita Gianni incideva parole che io, e solo io, avrei ascoltato solo venti anni dopo.
E improvvisamente, ogni volta mi torna vicino, grande e grosso, alto tre metri e in bianco e nero.
di e con Caroline Baglioni |supervisione alla regia Michelangelo Bellani c.l. Grugher | assistente alla regia Nicol Martini |luci Gianni Staropoli | suono Valerio Di Loreto organizzazione Mariella Nanni produzione Lasocietà dello spettacolo Residenza artistiche: Auditorium Santa Caterina (Foligno InContemporanea) - L'arboreto -Teatro Dimora di Mondaino| si ringraziano Stefano Romagnoli, Barbara Pinchi, Fabrizio Corvi e la famiglia Baglioni per il sostegno e la collaborazione.


HOMOLOGIA - segnalazione speciale del Premio Scenario 2015
di DispensaBarzotti (Torino)
4 MAGGIO ORE 20.00

Un eterno silenzio scandito dall’abitudine. Un anziano, solo, immerso nel vuoto, in perenne dormiveglia. Qualcosa, però, risveglia questocorpo intorpidito nel giorno del suo
compleanno. Un’altra immagine dell’uomo sembra prendere vita. Il buio incombe e le ombre si moltiplicano. Benvenuti a Homologia.
di Rocco Manfredi, Riccardo Reina,Alessandra Ventrella | regia Alessandra Ventrella | con Rocco Manfredi,Riccardo Reina | residenza artistica Teatro delle Briciole | unringraziamento speciale a Dario Andreoli e Emiliano Curà


PISCI ‘E PARANZA -segnalazione speciale Premio Scenario 2015
di Mario De Masi (Montefredane - Avellino)
3 MAGGIO ORE 20.00

Una stazione. Luogo di interconnessione fra i luoghi, motore di un movimento incessante di persone e cose. Come in un acquario, si muovono i pesci di paranza di questa stazione
immaginaria. Piccole figure senza qualità se non quella di essere umane. Umanamente vivono l’emarginazione, umanamente ne generano altrettanta. Tanto essi subiscono lo sguardo
schifato del mondo di fuori, tanto lo rigurgitano nel microcosmo che compongono. Rifiuti della società che rifiutano a loro volta, in un circolo vizioso di negazione dell'altro da sé.
progetto e regia Mario De Masi | con Andrea Avagliano, Serena Lauro, Fiorenzo Madonna, Rossella Miscino Luca Sangiovanni | organizzazione e tecnica Gaetano Battista


LA STANZA DEI GIOCHI vincitore Premio Scenario Infanzia 2014
SCENAMADRE (Lavagna- Genova)
4 MAGGIO ORE 10.00

Uno spazio pieno di giocattoli, dove passare ore e ore a inventare,ridere, costruire, divertirsi.
Questa è, nell’immaginario di ogni bambino, la stanza dei giochi.
Ma basta poco perché il terra in de jeux diventi terra in de guerre, la dimensione di un conflitto dove ogni gioco innesca e alimenta una diversa sfumatura dell’egoismo. Due bambini imparano così sulla propria pelle quanto ci si possa ferire in modo molto sottile, semplicemente rendendo il gioco strumento di inganno, ricatto, minaccia. La stanza dei giochi mette in scena una piccola guerra fredda dove la realtà e il gioco si confondono, il tempo non è più un parametro immutabile e agli adulti non è permesso entrare.
con Elio Ciolfi, Emma Frediani
oggetti di scena Erica Canale Parola
regia e drammaturgia Marta Abate, Michelangelo Frola
fascia di età 6-10 anni

Veniteci a trovare
dal 3 al 4 maggio 2016

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: