Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

L'Alta Valle Tanaro

Cuneo, Italia
Google+

L'Alta Valle Tanaro, al confine tra Piemonte e Liguria é il tradizionale ponte di collegamento tra il Piemonte e la riviera Ligure. Il paesaggio è pertanto molto vario e ricco di contrasti. Grandi spazi tra Ceva e Garessio con i suoi dolci declivi collinari coperti di boschi, paesaggio aspro e movimentato invece verso Ormea, dove la strada, che corre a fianco del Tanaro, sfiora eccezionali strutture rocciose di quarzite che emergono dalla folta vegetazione. Punto di incontro tra la storia e la cultura del Piemonte e della Liguria, dove le sensazioni forti della montagna sono mitigate dall’aria di mare, é una valle con una storia importante, segnata dal passaggio di popolazioni e commerci sin dall’epoca preromana, come testimoniano i reperti ritrovati nella piccola ma suggestiva Val Pennavaira. Si susseguono resti di castelli a Nucetto, Perlo, Priola ed Ormea, alternati a quelli delle torri saracene: esse sono un segno tangibile dell’invasione di queste terre da parte delle bande di saraceni che si spinsero fino alle valli piemontesi tra l’VIII e l’XI secolo. Bagnasco conserva invece un ponte romano, mentre Garessio merita una visita per l’antico borgo medievale, il museo geospeleologico, il Santuario di Valsorda e le acque delle fonti S. Bernardo, commercializzate in tutto il mondo. Ormea è un importante località di soggiorno estivo, circondato da fitti boschi. Il centro storico, dalla forte influenza ligure, è segnato dai cosiddetti trevi (carrugi). La parrocchiale di S. Martino vanta affreschi gotici del Trecento, una crocifissione del Moncalvo ed un prezioso museo etnogafico. La parte più alta della Valle offre ai turisti ambienti e paesaggi montani indimenticabili, da Briga Alta alle borgate di Viozene ed Upega, dalle sorgenti del Tanaro al monte Mongioie. I fagioli di Bagnasco, le patate di Ormea, le rape di Caprauna, e le castagne bianche secche, dette garessine, sono alcuni prodotti dell’agricoltura della Valle, mentre nei boschi si trovano funghi profumati oltre a deliziosi mirtilli e fragoline selvatiche. Dai pascoli di montagna arrivano caratteristici formaggi locali, dalle piccole Sore o Tome, alle grandi forme di Ormea e Raschera d’alpeggio, mentre il piatto più tipico rimane la polenta saracena, da accompagnare con la tradizionale salsa di latte, porri e funghi.

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: