Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il Castello di Monteodorisio

Monteodorisio CH, Italia
Google+

Il Castello è situato nel punto più alto del paese, a guardia della vallata del Sinello. Dei quattro torrioni oggi ne restano solo tre, e ai piedi del più caratteristico è possibile ammirare il panorama dalla Majella, al Gran Sasso fino al mare e nelle giornate limpide fino alle Isole Tremiti. Il Castello, o meglio, la rocca di Monteodorisio è situata nella parte più alta del centro abitato e benchè inserito nella struttura urbana è spostato al limite del colle, a Ovest, che scende ripido verso il fiume Sinello, posizione che permetteva una visuale libera verso l’orizzonte facilitando la difesa dai nemici, ma pure un’eventuale fuga in caso di sollevazioni interne. Si conservano oggi solo due lati della originaria forma trapezoidale: l’intera cortina del lato maggiore N-O, il corpo di fabbrica lungo il lato minore S-E e tre torrioni orientati secondo i punti cardinali. Il nucleo antico di Monteodorisio, l‘originario “castello“ cioè il borgo fortificato, era circondato da una cinta muraria che probabilmente girava intorno all’attuale quartiere di Capo di Rocca, proseguiva verso porta Carbonara e via Muro Rotto. Nel quartiere Capo di Rocca si trovano ancora i resti di una torre urbica a base quadrata, detta il Castelluccio, forse di età normanna. Altre torri rimanenti della murazione urbica sono quelle in Largo Carbonara e in via Muro Rotto (XIII sec.). Ai margini dell’insediamento collinare troviamo la torre campanaria del convento dei Celestini (XIII sec.), mentre nel punto più alto del colle si erge la rocca (XV sec.) che era separata dal borgo fortificato. (L. Busico, Le torri della Contea di Monteodorisio).

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: