Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Un tour tra manieri e fortezze intorno a Fano

Fano PU, Italia
Google+

Oh che bel castello marcondiro ndiro ndello,oh che bel castello marcondiro ndiro ndà. La famosa filastrocca per i bambini ben si adatta anche ai grandi che amano andare di maniero in maniero, di fortezza in fortezza, alla scoperta di segreti, misteri, ma anche solo per ammirare la magnificenza di queste grandi dimore. Nella provincia di Pesaro-Urbino, sono numerosi le rocche e i castelli a guardia delle valli e delle colline, facilmente raggiungibili in auto, in moto, in camper, in bus, perfino in bicicletta. Ad iniziare dalla quattrocentesca Rocca Malatestiana a Fano, in cui sostò anche Giuseppe Garibaldi nel 1848, durante la marcia dalla Romagna verso Roma. Da Fano, ci si può spostare a Cagli, dove spicca il torrione della Rocca, intatto nella sua bellezza e imponenza. Non lontano si trova la montana Piobbico, un grazioso borgo dominato dal castello Brancaleoni, sede di mostre ed esposizioni temporanee. Il più famoso maniero è sicuramente quello di Gradara, reso celebre da Dante (nel V Canto dell'Inferno) nel celebrare l’amore di Paolo e Francesca. Al suo interno è visibile ancora la camera dei due giovani amanti e rivivere così l’atmosfera appassionante e tragica di questo grande amore. La storia mista alla leggenda si ritrova nella rocca di San Leo, che sorge su uno sperone di roccia a strapiombo sul Marecchia, al confine con la Romagna. Si ritiene che qui vaghi ancora lo spirito di Giuseppe Balsamo, conte di Cagliostro, medico, alchimista e guaritore, e per questo perseguitato dalla chiesa, tanto da essere rinchiuso nella rocca, dove morì, rifiutando i sacramenti.

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: