Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Taranto

Taranto
Google+

La città di Taranto, situata sull'omonimo golfo, si affaccia sul bel Mare Ionio. Essa è divisa in una parte più recente edificata sulla terraferma, ed in una parte più antica posta su un'isoletta.
Cosa vedere
Le origini di Taranto risalgono al 706 a.C., quando una colonia spartana decise di stabilirsi in questo incantevle territorio. A quell'epoca l'isola, sulla quale si trova adesso Taranto antica, era unita alla terraferma da una striscia di terra, oggi, invece, a collegare le due zone vi è un ponte di pietra ed un canale navigabile. Sull'isola era posta l'Acropoli che divenne in seguito villaggio bizantino e, poi, Normanno, Svevo e Angioino. Qui si possono apprezzare i resti di un Tempio dorico, il Palazzo di Città, sede del Municipio, ed i caratteristici Doccioni, mascheroni di pietra che in passato avevano la funzione di grondaie, molti dei quali sono conservati nel Museo Archeologico. Tra i palazzi, meritano di essere ammirati: Palazzo Amati di epoca settecentesca, Palazzo Carducci con scorci in stile Liberty e all'interno pregevole collezione di quadri ed una ricchissima biblioteca, ed il barocco Palazzo Galeota. Inoltre, esistono delle tappe obbligate per chi si trova a passare per questa affascinante città: innanzitutto la bella Cattedrale, uno dei più antichi templi romanici di tutta la regione. Intitolata al Patrono San Cataldo, essa venne edificata tra il 1071-1072 su una precedente chiesa cristiana. Rinnovata nel XVIII secolo, ha una facciata barocca ed una cupola di stile bizantino. Splendido anche l'interno, con una bella fonte battesimale sovrastata da un baldacchino del '500, una barocca cappella dedicata al Patrono, un grandioso altare che custodisce le reliquie di San Cataldo, e tante altre opere di valore come magnifici affreschi, tele ed un soffitto a cassettoni. Un'altra chiesa da non perdere è la Chiesa di San Domenico, costruita sui resti della Villa Imperiale che qui si era fatto erigere Federico II di Svevia. Bello anche il Castello voluto da Federico I che si trova ubicato in uno dei punti più suggestivi della città. Interessantissimo il Museo Archeologico Nazionale, qui i reperti in mostra permettono di ripercorrere le più importanti tappe storico-artistiche della Taranto Greca.

Info

099 4581111

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: