Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Cripta di Santa Barbara

Matera MT, Italia
Google+

In provincia di Matera, in Basilicata, si trova la Cripta di Santa Barbara, una chiesa antica che val la pena visitare in occasione di una bella gita in campagna. Costruita sulla sponda destra del torrente Gravina, la chiesetta è raggiungibile da un sentiero che parte dalla via Casalnuovo, all'altezza del numero civico 289. Chiunque può percorrerlo, ma sarebbe meglio munirsi di scarpe da ginnastica e zaini. La chiesa è particolarmente interessante perché presenta un impianto complesso e ricco di particolari architettonici, che da sempre affascina gli studiosi di architettura e archeologia: l'apertura d'ingresso è coronata da un arco parabolico, fiancheggiato da due tozze colonne, che introduce in un piccolo nartece. Troviamo all'ingresso un altro arco, con croci greche in graffite, che introduce nella chiesa vera e propria. La chiesa è costituita da un'aula, o oratorio, con pianta trapezoidale; lungo le pareti corre un sedile di pietra, ancora in buona parte visibile, mentre sulla parete destra dell'aula, appena dopo l'ingresso, si apre un arco che dà accesso ad un piccolo vano con un banco roccioso in funzione di giacitoio, e comunicante con un altro ambiente, che si apriva un tempo sul piazzale antistante la chiesa. Due finte cupolette in asse sono una delle curiosità della chiesa, perché la loro funzione non è strutturale ma neanche esclusivamente decorativa, servendo a sottolineare la direzionalità della struttura intera verso l'abside. Il tutto doveva essere riccamente affrescato, ma le pitture che ornavano le pareti dell'aula sono quasi completamente scomparse. Solamente nella parete destra è ancora parzialmente conservato un affresco raffigurante Santa Barbara, con il suo tipico elemento iconografico distintivo, la torre, nella mano destra. Sulla destra è un'altra immagine della santa, raffigurata in posizione frontale, con abiti sontuosi, diadema sul capo e la torre nella mano destra. Gli affreschi, di molto posteriori alla costruzione della cripta, sono databili tra il XIV e XV secolo, per la fattura e la stesura dei colori.

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: