Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Cattedrale di San Gerardo

Potenza, Italia
Google+

Costruita in uno dei punti più alti della città e anticamente dedicata alla Beata Vergine Assunta la Chiesa attuale è in stile neoclassico poichè venne ricostruita alla fine del XVIII secolo, per volere del vescovo Andrea Serrao (1783-1799), su progetto dell'architetto Antonio Magri, o Macri, allievo del Vanvitelli.La facciata ha un portale architravato con timpano, in pietra calcarea, e lo stemma del vescovo Bonaventura Claverio (1646-1672). L'ingresso principale della Cattedrale è preceduto da un'ampia gradinata semicircolare, in pietra calcarea lavorata, mentre quello sul lato destro, sotto il campanile, ha un portale in pietra scolpita forse di epoca romana. A fianco dell'ingresso laterale è situata la possente mole del campanile, il quale è a quattro livelli ed è coronato da una cuspide piramidale. In origine era costituito di soli tre livelli, con terminazione tronca. Dopo l'ultima guerra fu costruito il quarto livello e, nel corso dei restauri degli anni '70, fu realizzata la cuspide superiore. Prima della venerazione di San Gerardo Vescovo (1111-1119), era venerato il martire Diacono Sant'Aronzio (238-288 d.C.), Nella Cattedrale è conservato un sarcofago di epoca romana nel quale, nel 1644, il vescovo Michele De Torres fece deporre i resti mortali di San Gerardo. Nel XIII secolo il vescovo Oberto fece fare una cappella a San Gerardo ed una statua lignea dorata del Santo, nel 1250 ordinò la traslazione delle reliquie del Santo "in altro luogo, al presente incognito, dentro, però, la medesima Chiesa".La Cattedrale ha un impianto del tipo a croce latina. L’altare basilicale al centro del presbiterio è stato realizzato durante i restauri degli anni '70 con gli elementi che costituivano il preesistente altare maggiore. Ai fianchi si sono collocati due bassorilievi in marmo con stemmi vescovili, quello con la torre merlata e sole radiante potrebbe essere lo stemma di San Gerardo. Mentre sul fronte verso la navata si è ricomposta l'antica alzata di marmi policromi che sottolinea la bellezza delle due teste di putti alati posti ai corni dell'altare.Le decorazini pittoriche delle volte e dei bracci del transetto furono realizzate negli anni 1933 - 1934 dal pittore Mario Prayer su incarico del vescovo mons. Augusto Bertazzoni. Sulla volta della navata sono dipinte scene di storia sacra, con figure di Apostoli .Tra l'abside ed il braccio destro del transetto è situata la sagrestia, rifatta dopo il bombardamento del 1943, con le pareti ricoperte da alti armadi lignei collegati alla controsoffittatura in legno di noce scura a riquadri e specchiature, in quattro tele ottagonali vi sono i ritratti di San Giuseppe Cafasso, del Beato Bonaventura da Potenza, di San Giovanni Maria Vianney e di San Giovanni Bosco.Nel 1978 sono state realizzate le ante bronzeo del portale della Cattedrale, opera di Giovanni Niglia di Polistena, L'opera è realizzata in un solo pannello e raffigura simbolicamente la storia del popolo

Info

| 0971.411839

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: