Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Scalea

Scalea CS, Italia
Google+

Scalea sorge in un territorio un tempo abitato da popolazioni molto antiche. Sono state, infatti, rinvenute tracce di epoca paleolitica in una caverna vicina alla Torre Talao. Si ipotizza che la città fu fondata dai discendenti degli abitanti di due precedenti centri abitati, Laos e Lavinium. E’ certo che fu prima sotto dominazione bizantina, poi normanna in seguito la popolazione scacciò gli Angioini, aiutata dagli Aragonesi. Fu inoltre feudo dei Sanseverino e degli Spinelli, sino al 1806. Oggi Scalea è famosa per essere sede di uno dei carnevali più belli della riviera cosentina, ma sono molte le manifestazioni da non perdere durante l’estate e le feste natalizie. Ricordiamo il suggestivo presepe che ogni anno viene allestito all’interno della Torre Talao. Tra gli edifici storico-religiosi, segnaliamo al chiesa di S. Maria, che custodisce una preziosa tela della Circoncisione del 1700 e la chiesa di S. Nicola in Plateis, del sec. XIV, con la cripta che ospita il mausoleo dell’ammiraglio Ademaro Romano. E ancora, gli affreschi bizantini della chiesa dello Spedale e i ruderi del convento francescano. Da visitare il Palazzo di Principi, palazzo Cialli-Mezzaroma e la torre Cimalonga (dove ha sede un antiquarium). Da non perdere assolutamente la già citata Torre Talao, del sec. XVI, suggestiva anche perché situata sulla spiaggia. Scalea è nota anche per le sue quattro porte. Due di queste consentivano l’accesso al borgo: una militare a protezione del castello longobardo (ricostruito dai normanni, ma di cui rimangono solo pochi ruderi) e una situata su largo Cimalonga. Le altre due porte furono realizzate dai normanni, quando Scalea si ampliò, scendendo sempre più verso il mare: Porta Marina e Porta del Ponte. Notevole la gastronomia: linguine al baccalà, spaghetti al ragù di tonno, bucatini col cavolfiore, pasta grattata con pane raffermo e peperoncino piccante sono solo alcuni degli squisiti primi piatti della cucina locale. Tra i secondi, il baccalà fritto con i peperoni secchi, il pesce spada al limone e il gratin di alici. E a fine pasto, i penicilli, i biscotti da intingere nel tradizionale vino passito, i turdilli e i chinoli, dolci di Natale. Il tutto accompagnato dai vini: quello dolce di Vericaro, quello della Arenella (con uve provenienti da terreni sabbiosi), il Buonvicino Cerasuolo. E dopo il caffè, la crema di cedro.

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: