Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Pieve di S. Giovanni Evangelista a Montale

Montale PT, Italia
Google+

La pieve di San Giovanni Battista di Villiano (l'attuale Montale) è nota dal 957 come dipendente dalla Cattedrale di Pistoia. La sua particolare importanza si deve al duplice ruolo svolto: di centro di aggregazione del territorio circostante in quanto Pieve e di principale tappa religiosa per i viandanti che dalle valli della Limentra scendevano a Pistoia. L'aspetto attuale è il risultato delle trasformazioni che la struttura romanica subì nel XVIII e, ancor più, nel XIX secolo.
Preceduta da un piccolo portico risalente al 1708, mostra un interno di gradevole e armonioso aspetto neoclassico, frutto apprezzabile dei lavori condotti tra 1806-1087. La parete destra accoglie un dipinto della prima metà del Seicento con un'insolita rappresentazione del Martirio di San Sebastiano, attribuito a Matteo Rosselli (1578-1650), mentre è in sintonia con l'ambiente neoclassico il dipinto sulla parete sinistra con Cristo e la Samaritana del pittore Pietro Benvenuti (1769-1844). Seguono poi una Annunciazione di notevole qualità pittorica, della metà del Cinquecento, e una Crocifissione e Santi attribuita al Cigoli, ma forse opera del fiorentino Lorenzo Lippi (l606-l665). La decorazione della cupola con la Visione di San Giovanni Evangelista, si deve al pittore accademico Luigi Sabatelli (1772-1850. Nell'attigua sagrestia si possono intravedere tracce superstiti dell'antica struttura muraria romanica. 

Info

0573.9521

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: