Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Tarquinia

Tarquinia VT, Italia
Google+
Centro dell’Etruria Meridionale, capitale etrusca, cittadina medioevale, luogo archeologico di fama internazionale e di intensa vita culturale...Tarquinia.

E' la città etrusca per eccellenza le cui tombe, famose in tutto il mondo, accolgono alle pareti le pitture più arcaiche della civiltà italica. L'attuale abitato si estende, in vista del Mar Tirreno, sul colle antistante a quello dove sorgeva l'antica Civita. Tra Civita e la Tarquinia di oggi si dispone nel sottosuolo, a pochi metri di profondità, una serie di tombe (circa seimila, scavate nel masso calcareo (macco), una sessantina delle quali accoglie significative pitture parietali: alcune di esse sono attrezzate per la visita, con illuminazione e scale per la discesa. Fra quelle più dotate di immagini pittoriche si evidenziano le seguenti: Auguri (530 a.C.), Barone (fine VI sec. a.C.), Caccia e Pesca (520-510 a.C.), Cardarelli (fine VI sec. a.C.), Giocolieri (VI sec. a.C.) e tanti altri. In ogni caso le pitture riproducono scene di caccia, banchetti. giochi, animali, elementi floreali, corse di cavalli, demoni ecc.
La Tarquinia attuale (si chiamava Corneto fino al 1922), ospita nel palazzo Vitelleschi uno dei musei archeologici più importanti della regione. Al suo interno vi sono sarcofagi, un elegantissimo altorilievo fittile dei Cavalli alati (prima metà del IV secolo a.C.), poi ceramiche, collane, vasi greci, varie tombe tra le quali Bighe, Nave, Letto funebre e Triclinio.
Da visitare la Chiesa di Santa Maria in Castello del 1121, il duomo, eretto in forme romanico-gotiche e ricostruito dopo l'incendio del 1643, conserva nel presbiterio una serie di pregevoli affreschi del 1508-1509 che costituiscono una delle maggiori opere del pittore viterbese Antonio del Massaro, detto il Pastura.
Molto belle la Chiesetta di San Martino, del XII secolo in stile romanico, la Chiesa dell'Annunziata, più volte restaurata, risalente al XII-XIII e la chiesa di San Pancrazio del XIII secolo, la quale presenta il campanile inserito nel prospetto della facciata, che si apre con un bel portale sormontato da elegante rosone. Da visitare anche il grandioso edificio romanico del palazzo dei Priori, la cui facciata, rifatta in epoca barocca, è ingentilita da un'importante scala esterna.

Come si raggiunge
In auto
Da Roma prendere l'Autostrada A12/E80 direzione Civitavecchia, uscita Tarquinia e continuare con la SS1

Info

0766.8491

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: