Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Chiesa di Santa Maria del Sepolcro

Potenza, Italia
Google+

A tutti gli appassionati di chiese medievali consigliamo di visitare la la Chiesa di Santa Maria del Sepolcro, nel rione Santa Maria di Potenza, le cui origini sembra possano collegarsi con la partecipazione di elementi locali alle Crociate, forse la terza del 1190-1191. Al ritorno i crociati avrebbero fatto costruire la Chiesa. Un'altra ipotesi collega la fondazione al miracolo di San Gerardo operato alla località Santa Maria. Recenti ricerche propongono l'origine della Chiesa nel contesto delle vicende che, nei secoli XII e XIII, interessarono il Santo Sepolcro ricollegabili alla storia dei Templari Nel 1488 il Conte di Potenza, Antonio de Guevara, chiamò i Frati Minori Osservanti a tenere la Chiesa di Santa Maria del Sepolcro. Nel 1647 il vescovo di Potenza, mons. Claverio, inviato a Grumento dal Papa Innocenzo I per dirimere alcune questioni fu colpito da una Reliquia del Sangue di Cristo, per cui ne chiese una parte ai Canonici del posto e la portò a Potenza. Sulla parete destra della navata fece costruire un monumentale altare barocco e, al centro della parte superiore, in una urna protetta da una portella venne posta la Reliquia in un calice d'argento che recava incise quattro scene pasquali: Più tardi il reliquiario fu sostituito con un secondo in argento a guglie, di sapore gotico, nel quale ancora si conserva la Reliquia. La Chiesa si presenta con un portico anteriore a tre archi con bassi, stipiti, e capitelli e archivolti in pietra lavorata. Il portico è concluso con un cornicione a romanella, dal quale imposta la copertura a falda che muore contro la facciata. Entrando nel portico si trova il portale principale in pietra calcarea a semplici modanature, ai lati sono due stemmi anche in pietra uno francescano e l'altro nobiliare. Sopra la piattabanda del portale, vi è una lunetta che contiene un affresco della "Deposizione con le tre Marie". Il portone ligneo è un pregevole esempio del primo '500 con intagli a motivi floreali in riquadri geometrici. Sui lati minori del portico vi sono altri due portali in pietra calcarea, anche del XVI secolo, di buona fattura.La Chiesa ha un impianto ad aula unica con abside terminale ed una navata laterale sinistra che appartiene ad un successivo ampliamento. Nella grande navata centrale si nota subito, sulla parete destra, l'altare del "Santissimo Sacramento" , opera di Masillo Faiella. Tutto l'apparecchio è realizzato in stucco bianco.Sempre sulla parete destra sono visibili le tracce della Chiesa anteriore al 1488, rinvenute durante i restauri degli anni '70, che consistono in un tratto di muratura in grandi conci di pietra calcarea ed in una piccola monofora con strombatura molto accentuata.Sulla stessa parete si può ammirare un bassorilievo in pietra che rappresenta una "Madonna con Bambino e due Angeli",attribuita ad uno scultore documentato nel 1519 detto "Maestro di Noepoli". e raffigura la Madonna in Trono che regge il Bambino sulle ginocchia.La

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: