Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

In bici in Trentino, nell'Alta Val di Non

Trentino-Alto Adige, Italia
Google+

È nata una nuova pista ciclabile dell’Alta Val di Non, costituita da un anello lungo 25 km che si sviluppa su strade asfaltate e pavimentate, e che collega i paesi di Malgolo, Romeno, Salter, Cavareno, Sarnonico, Ronzone, Malosco e Fondo, area di grande interesse naturalistico-paesaggistico. 

All'anello di 25 km di aggiunge un itinerario sterrato per mountain bike che collega i paesi di Don e Amblar per un totale di 7 km. La pista ciclabile permette di assaporare relax e godere di visite culturali ed artistiche.

Alla partenza dal castello di Malgolo si trova un maniero che offre spettacolari panorami della Val di Non. Nel comune di Sanzeno è visitabile il suggestivo Santuario di San Romedio, uno dei più caratteristici eremi e testimoni della fede cristiana in Europa, che sorge sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri, dove, secondo la leggenda, Romedio di Thaur, avrebbe trascorso la sua vita in eremitaggio.

Una scalinata di 131 gradini conduce il visitatore fino alla sommità dello scoglio roccioso attraverso un complesso di cinque chiesette sovrapposte. Il Santuario di San Romedio è ricordato per l’area faunistica adiacente l’ingresso in cui vivono due orsi in semilibertà.

A Sanzeno, in località Casalini, si trova il Museo Retico. Centro per la storia della Val di Non dall'era glaciale fino alla tarda antichità, l'edificio contiene i più importanti reperti archeologici ritrovati sul territorio. La visita si snoda intorno ad un percorso didattico, denominato "Pozzo del tempo", che dal fondo dell’edificio risale a spirale ripercorrendo l’intera storia della Val di Non partendo dai manufatti preistorici, passando per le testimonianze retiche e romane, per arrivare alle testimonianze altomedievali dei Goti e dei Longobardi.

 

 

 

Info

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: